menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una parte di rifiuti in via Sbarre Centrali

Una parte di rifiuti in via Sbarre Centrali

Niente raccolta rifiuti a Sbarre Centrali, monta la rabbia dei residenti: "Siamo in un letamaio"

La segnalazione arriva dal Condominio San Francesco in via Sbarre Centrali al civico 516. "Da più di un mese non vengono raccolti indifferenziata e organico, oltre alla plastica e il vetro da più di due mesi". Diverse le segnalazioni all'Avr e al sindaco

Rifiuti e sacchetti imperano sovrani in tutta la città mentre un' arrabbiatura costante continua a farla da padrone nella quotidianità dei reggini, ormai avviliti. Sono tante le segnalazioni che raggiungono la nostra redazione, nessun quartiere della città è risparmiato dal degrado e da una serie di "installazioni artistiche" che decorano ogni angolo di una Reggio deturpata.

Situazione insostenibile anche in via Sbarre Centrali al civico 516. La segnalazione di un "letamaio" in grande stile arriva da un cittadino e amministratore dell'edificio 3 del Condominio San Francesco che, dopo diverse segnalazioni inviate all'Avr e al sindaco Giuseppe Falcomatà, non riesce a ricevere risposta e soprattutto interventi mirati alla pulizia della zona.

Rifiuti via sbarre-2"Mio malgrado - si legge nell'accorato appello - insisto nel segnalare la mancata raccolta da più di un mese dell'indifferenziata e dell'organico, oltre alla plastica e il vetro da più di due mesi. 
Ieri, dopo insistenti richieste con miei post anche su Facebook ho ottenuto da Messanger di Differenziamola l'impegno al ritiro, ma oggi ancora nulla". La spazzatura è ancora lì "fuori dai portoni di sedici palazzi".

La disperazione corre sul filo tra i residenti del quartiere a sud della città: "Siamo veramente in un letamaio con topi che, da quanto riescono a mangiare, si sono quadruplicati. Abbiamo puntualmente pagato la Tari e non capisco come si possa rimanere senza un servizio essenziale".

I cittadini esprimono la loro indignazione ma nello stesso tempo sperano "che qualcuno, prima o poi, legga le mail e si degni di rispondere e di prendere provvedimenti prima che qualcuno finisca in ospedale non per Covid ma per altre serie malattie. Noi non siamo fannulloni, nè lordazzi ma ci verrebbe da essere tali considerato che in altri ambiti (Ciccarello x tutti), costantemente raccogliete di tutto e per tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento