menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga occultata all'interno del cofano

La droga occultata all'interno del cofano

Beccato agli imbarcaderi di Villa con 18 chili di hashish nascosti nel cofano dell'auto

Il corriere napoletano, arrestato dai carabinieri, era partito dalla Campania e avrebbe voluto raggiungere la Sicilia. Sul mercato clandestino la droga avrebbe fruttato alle organizzazioni criminali più di 200 mila euro

Noncurante dei divieti sugli spostamenti senza giustificato motivo e i Dpcm per il contenimento del Covid, era partito dalla Campania e avrebbe voluto attraversare lo Stretto alla volta della Sicilia, trasportando nel cofano posteriore dell'auto ben dicotto chili di hashish. I carabinieri del comando provinciale dell'Arma lo hanno però arrestato agli imbarcaderi di Villa San Giovanni con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I dettagli

Durante un posto di blocco, i militari del Nucleo operativo e radiomobile di Villa San Giovanni, hanno fermato un’autovettura e insospettiti dall'atteggiamento del conducente, hanno deciso di effettuare un accertamento più approfondito sia sulla persona che sul mezzo. 

Nel corso del controllo, i carabinieri, agli ordini del colonnello Marco Guerrini, hanno scoperto nel cofano posteriore, occultato sotto la moquette, nell’alloggiamento dove solitamente è riposta la ruota di scorta, un sottofondo chiuso da una botola in alluminio la cui apertura avveniva con sistema idraulico, collegato a dei pistoni ad azionamento elettrico. All’interno del vano erano nascosti 37 panetti di hashish che, sul mercato clandestino, avrebbero fruttato alle organizzazioni criminali più di 200 mila euro. 

Il corriere napoletano è stato arrestato e su disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Calabria associato presso il carcere di Reggio Calabria-Arghillà in attesa di convalida. Lo stupefacente e l’autovettura, sequestrati dai militari, saranno analizzati dal Reparto carabinieri investigazioni scientifiche (Ris) di Messina che effettuerà gli accertamenti tecnico-scientifici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento