rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La nomina / Villa San Giovanni

Villa San Giovanni, Rocco La Valle nel Cda dell'autorità di Sistema dello Stretto

Giusi Caminiti: "Siamo certi che da ex sindaco prenderà atto positivamente delle iniziative intraprese da quest’Amministrazione"

"Con la nomina di Rocco La Valle nel nuovo CdA dell’autorità di Sistema dello Stretto da parte del commissario Ranieri salgono a due i villesi all’interno dell’Adsp: il presidente Occhiuto, pur nella logica di una scelta politica e partitica legittima, ha tenuto conto dell’importanza di far sedere Villa San Giovanni all’interno di un organismo strategico per il futuro della città", è quanto afferma in una nota la sindaca Giusi Caminiti insieme alla sua giunta e al gruppo consiliare Città in movimento.

"Pur nelle diverse posizioni politiche e soprattutto nella differente visione di sviluppo del territorio (tanto da determinare una più che accesa campagna elettorale nel 2022 e anche in questi primi 23 mesi di mandato una difficile collaborazione con il gruppo consiliare di Forza Italia), siamo certi  - prosegue la nota - che da ex sindaco Rocco La Valle prenderà atto positivamente delle iniziative intraprese da quest’Amministrazione di concerto con Città metropolitana, regione Calabria e con il commissario Ranieri sullo spostamento del porto a sud nelle immediate adiacenze dell’attuale porto ferroviario.

Lo stesso commissario Ranieri, da cittadino villese e da profondo conoscitore dei problemi della città legati all’attraversamento e concordando con le nostre richieste, si è già speso chiedendo il 29 dicembre 2023 l’ampliamento della competenza di Adsp nella zona a sud: la progettazione prima e realizzazione dopo del porto a sud, infatti, prevede anche (come convenuto con il commissario Ranieri) la restituzione alla città degli attuali approdi in uso alle società private di navigazione per farne un grande porto turistico, come anche il ripascimento e la riqualificazione della spiaggia di Acciarello. 

Per fare ciò sarà necessario impegnare una somma del bilancio della stessa autorità portuale: la nostra città purtroppo, per scelte  precedentemente assunte, non riuscirà a spendere entro i tempi imposti dal Pnrr ben 15 milioni di euro che Adsp (dopo interlocuzione con quest’amministrazione comunale) ha ragionevolmente impegnato per il porto di Tremestieri, in quanto viceversa sarebbero state somme restituite. Quei 15 milioni però non sono stati persi, perché il commissario si è impegnato con la nostra città all’utilizzo di 15 milioni a valere sul bilancio della stessa autorità.

I progettisti dell’Adsp stanno lavorando anche al potenziamento degli approdi dei mezzi veloci nell’area frontistante l’ufficio locale marittimo, con realizzazione di uno spazio di accoglienza coperto che richiami la storica struttura del lido Cenide tanto caro alla memoria della città.

Presto si partirà con i lavori per la realizzazione del camminamento coperto in via Marinai d’Italia tra la stazione marittima e gli approdi in uso alle società private di navigazione. Sempre a breve partiranno anche i lavori alla foce del torrente Campella che negli anni tanto disagio ha causato a via Riviera e via Salvo d’Acquisto.

La collaborazione istituzionale e l’attenzione mantenuta sempre alta, ci permetteranno di rendere Villa più vivibile - conclude la nota - e di ottenere quei risultati chiesto da tutti i consigli comunali degli ultimi trent’anni senza distinzione di colore politico, primo fra tutti lo spostamento del porto a sud in adiacenza a quello ferroviario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa San Giovanni, Rocco La Valle nel Cda dell'autorità di Sistema dello Stretto

ReggioToday è in caricamento