rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Contro la violenza sulle donne la barricata della polizia

Il questore Bruno Megale, durante gli incontri sostenuti nella giornata internazionale per le vittime di violenza, ha messo in risalto l'impegno delle donne e degli uomini della questura reggina

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne la questura di Reggio Calabria ha incontrato la cittadinanza e vittime di violenza al fine di condividere percorsi di prevenzione ed esperienze sulla tematica della violenza di genere.

Megale Bruno questore-3In particolare, il questore Bruno Megale è intervenuto all’evento “Non solo il 25 novembre. Le istituzioni incontrano gli studenti” organizzato dall’assessorato alle pari opportunità della città di Gioia Tauro, alla presenza, fra gli altri, del prefetto Massimo Marina e del comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, Marco Guerrini, con il coinvolgimento di una rappresentanza studentesca.

Nell’occasione è stata ribadita la costante attenzione della polizia sul fenomeno della violenza di genere e l’impegno profuso a sostegno delle donne vittime di abusi. Sono stati quindi illustrati gli strumenti previsti dall’ordinamento per la prevenzione e il contrasto della violenza domestica e di genere, con un focus sulle prerogative esercitabili per la neutralizzazione delle condotte aggressive mediante l’adozione dell’ammonimento del questore. L’incontro è stato improntato sulla sensibilizzazione dell’uditorio studentesco intorno ai rischi derivanti dall’instaurazione di rapporti “malati”, ovvero viziati da qualunque forma di prevaricazione, sia fisica che psicologica, e sui pregiudizi tuttora esistenti intorno alla figura femminile, che spesso inquinano l’educazione di molti ragazzi, distorcendone gli atteggiamenti all’interno delle relazioni affettive.

Parallelamente all’anzidetta iniziativa, nella medesima giornata è stato inoltre organizzato dalla divisione anticrimine della questura di Reggio Calabria un incontro con i locali centri antiviolenza focalizzato sull’importanza della prevenzione nella lotta alla violenza di genere.    

L’evento si è tenuto presso l’auditorium dell’associazione “Piccola opera Papa Giovanni Onlus”, ed ha visto il coinvolgimento diretto delle donne vittime di abusi, che hanno condiviso con l’uditorio le loro esperienze di maltrattamento ed i percorsi di uscita, unitamente ai rappresentanti delle associazioni cittadine impegnate a vario titolo nel settore.

Nell’occasione è stata illustrata l’attività svolta sul territorio dalla polizia in favore delle vittime vulnerabili, ponendo in particolare l’attenzione sull’efficacia, in termini di riduzione del rischio di recidiva, degli strumenti preventivi messi a disposizione delle vittime per fronteggiare le minacce subìte fin dalle loro prime manifestazioni sintomatiche.

L’incontro è stato orientato alla condivisione delle esperienze maturate dagli enti impegnati quotidianamente sul tema, con la divulgazione dei percorsi di sostegno sia sotto il profilo psicologico che sotto il profilo della tutela legale. Il tutto finalizzato al miglioramento delle sinergie interistituzionali e l’individuazione di best practices.

A margine dell’incontro sono stati inoltre distribuiti degli opuscoli informativi pubblicati nell’ambito della campagna “…Questo non è amore 2021”, promossa dalla polizia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la violenza sulle donne la barricata della polizia

ReggioToday è in caricamento