rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Sette anni di violenze, poi la denuncia: 23enne in manette

Giovane donna reggina trova il coraggio di rivolgersi alla polizia e fa arrestare l'ex fidanzato, il giovane dovrà difendersi dalle accuse di atti persecutori e reiterate condotte vessatorie, violente e minacciose

Sette anni di violenze e persecuzioni, sette anni per denunciare e fare arrestare l’ex fidanzato. Con le accuse di atti persecutori, violenze e minacce le volanti della polizia hanno tratto in arresto un 23enne di Reggio Calabria.

Nel dettaglio, il personale dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della questura, a conclusione di una intensa attività investigativa, caratterizzata anche dalla disamina di immagini estrapolate da sistemi di video-sorveglianza e da perquisizioni, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Reggio Calabria nei confronti di un 23enne reggino, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori e reiterate condotte vessatorie, violente e minacciose, poste in essere anche con armi, nei confronti della ex fidanzata.

La donna, dopo anni di paura, a seguito di recenti atti persecutori subiti, fatti di pedinamenti ed intimidazioni sfociate anche nell’incendio dell’auto di famiglia, ha deciso di rompere il silenzio. Violenze anche sessuali subite, i ricatti, le umiliazioni, le aggressioni, le minacce anche aggravate dall’utilizzo di una pistola, non solo avevano completamente assoggettato la vittima ma avevano creato attorno a lei un clima di terrore tale che i conoscenti, timorosi di eventuali ritorsioni, avevano iniziato ad allontanarsi dalla ragazza.

Lei stessa, per scongiurare situazioni di pericolo per i propri amici, aveva deciso di isolarsi e di non uscire più di casa. Quanto finalmente denunciato dalla vittima e le indagini svolte dagli agenti della polizia hanno fatto emergere 7 anni di violenze e condotte persecutorie subite e fatto emergere con chiarezza la personalità aggressiva dell’uomo, a carico del quale si è delineato un grave compendio indiziario che ha portato alla misura della custodia cautelare in carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette anni di violenze, poi la denuncia: 23enne in manette

ReggioToday è in caricamento