rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
La commemorazione

Una strada in nome di Giuseppe Marino: vigile urbano ucciso nel 1993

La cerimonia di intitolazione si terrà allo svincolo Arangea nell'anniversario della morte, l'istituto nazionale azzurro: "Rimane per noi un incoraggiamento per continuare e non cedere mai ai soprusi e alle ingiustizie”

Giuseppe Marino era un vigile urbano di Reggio Calabria. Il 16 aprile del 1993 questo uomo dello Stato venne ucciso in un agguato, nel quale rimase ferito il collega Orazio Palamara, sul corso Garibaldi, mentre stava facendo il suo lavoro. Per gli inquirenti si trattò  di una vendetta per una multa elevata dal vigile. Ad oggi il fatto gravissimo di sangue resta impunito.

Ventinove anni dopo una via di Reggi Calabria porterà il nome di Giuseppe Marino, per come promosso dall’istituto nazionale azzurro, presieduto da Lorenzo Festicini. “Non possiamo assolutamente dimenticare un servitore dello Stato assassinato per non essersi chinato ai diktat tipicamente ‘ndranghetistici. Il suo coraggio e il suo esempio - si legge in una nota dell’istituto nazionale azzurro - rimane per noi un incoraggiamento per continuare e non cedere mai ai soprusi e alle ingiustizie”. La cerimonia di intitolazione si terrà sabato, alle ore 10.30, presso lo svincolo Arangea 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una strada in nome di Giuseppe Marino: vigile urbano ucciso nel 1993

ReggioToday è in caricamento