Il Tar del Lazio respinge il ricorso della Regione, la Calabria resta zona rossa

Il Tar ha sottolineato che: "non sussistono le condizioni per disporre l'accoglimento della richiesta", rigettate anche le motivazioni d'urgenza, se ne riparlerà nell'udienza collegiale del 18 novembre

Il Tar ha rinviato l'udienza al 18 novembre

No alla sospensione del Dpcm del 3 novembre scorso con cui il governo ha dichiarato la regione Calabria "zona rossa". A deciderlo con un decreto il Tar del Lazio sul ricorso presentato dalla Regione. Il Tar ha sottolineato che "non sussistono le condizioni per disporre l'accoglimento della richiesta cautelare monocratica ma che ricorrono i motivi di urgenza per predisporre l'abbreviazione dei termini al fine di consentire la trattazione collegiale dell'istanza cautelare nella camera di consiglio" fissata per il 18 novembre prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Coronavirus, la Calabria resta in zona rossa: nuova ordinanza del ministro Speranza

  • Il pm Musolino boccia i commissariamenti: "Fallimento a tutto tondo"

  • 'Ndrangheta, sigilli alla "Pescheria del viale" e ai conti di Alfonso Molinetti e dei familiari

  • Un malore stronca un anziano sul centralissimo Corso Garibaldi

  • Birre al bergamotto e all’estratto di olive conquistano il palato e fanno bene alla salute

Torna su
ReggioToday è in caricamento