rotate-mobile
Cucina

Il dolce povero della tradizione reggina? Che delizia lo Stomatico

La ricetta casalinga da fare in poche mosse

Viene considerato il dolce povero della tradizione di Reggio Calabria. Oggi il nostro viaggio attraverso i sapori nostrani ci porta alla scoperta dello stomatico che non è altro che un biscotto secco simile al panpepato che si prepara con un impasto di zucchero caramellato, miele, farina, burro, ammoniaca per dolci, acqua, sale e aromi (chiodi di garofano e cannella). Noi proponiamo la ricetta pubblicata nella pagina social di Confartigianato Reggio Calabria.

Ingredienti

  • Zucchero 270 g
  • Acqua 220 g 

E poi:

  • Farina  800g
  • Acqua 220 g
  • Zucchero  95 g
  • Burro  80 g
  • Bicarbonato di ammonio 24
  • Mandorle 125 g
  • Sale 2 g
  • Chiodi di garofano 2 g
  •  Cannella  1 g

"L'impasto viene steso su una teglia e poi inciso in quadratini spennellati con dell'uovo sbattuto, posizionando sulla superficie delle mandorle intere. Infine va infornato a 180 gradi per 35/40 minuti"  si legge nel post.

Preparazione

Si comincia facendo caramellare lo zucchero a fuoco lento. Bisogna poi mescolare continuamente fino a quando la miscela diventa di colore ambrato e raggiunge una consistenza corposa. In seguito aggiungere lentamente  un bicchiere di acqua calda continuando a mescolare.

A parte, in un recipiente, bisogna mescolare farina, cannella, zucchero, ammoniaca e chiodi di garofano.Infine unire il  caramello, mescolando con cura per farlo assorbire. Questo impasto va poi steso su una teglia imburrata oppure rivestita con carta forno. Lo spessore in cottura deve raggiungere almeno 3 cm, poi l'impasto va  spennellato con l’uovo sbattuto e decorato con le mandorle. Questo va cotto in forno per 40 minuti. In seguito  il dolce  quando si raffredda va tagliato in piccoli rettangoli e poi questi vanno cotti per altri 10 minuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dolce povero della tradizione reggina? Che delizia lo Stomatico

ReggioToday è in caricamento