rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cucina

Crispelle reggine, una tradizione soffice ma croccante per tutto il periodo natalizio

Dall'Immacolata Concezione fino all'Epifania, le crispelle sono immancabili sulle tavole reggine. Ecco la nostra video ricetta e buon appetito

Le crispelle, dette "crispeddhi" nel dialetto locale, sono una delle pietanze tipiche più amate dai reggini nel corso delle festività natalizie. Indubbiamente, si tratta dell'alimento principe con cui in molti scelgono di aprire i pasti durante il Natale e non solo. 

Dall'Immacolata Concezione fino al 6 gennaio, infatti, le crispelle sono immancabili sulle tavole della città e del territorio circostante. 

In sostanza, sono delle frittelle  "increspate", da cui deriva l'etimologia latina crispus "crespo". Al loro interno, solitamente, racchiudono ogni tipo di bontà: alici, pomodori secchi, 'nduja, ricotta fresca di pecora; oppure, possono restare vuote, ma impreziosite da una pioggia di zucchero.

Ecco la ricetta, scopriamo insieme quali sono i segreti per ottenere un risultato impeccabile e goloso.

Ingredienti

- 1 Kg di farina 00

- 500 grammi di farina 0

- Un cucchiaino di zucchero

- 1 cucchiaino e mezzo di sale grosso

- 1 cucchiaio di olio

- 3 panetti di lievito

- Acciughe Q.B.

- Olive Q.B. 

- Nduja Q.B.

Procedimento

In una capiente ciotola versare l'acqua appena tiepida e sciogliere il lievito e lo zucchero; versare a poco a poco la farina e per ultimo il sale, l'impasto deve avere una consistenza  molto cremosa. A questo punto schiaffeggiare l'impasto per almeno 5 minuti per far attivare la lievitazione; coprire con un canovaccio e lasciare lievitare l'impasto fino al raddoppio.

Preparare una capiente pentola con abbondante olio per friggere ( olio di arachidi o di girasole) e aiutandosi con due cucchiai prelevare un pò di pasta e farla scivolare nell'olio, friggere le crespelle belle dorate. Lo stesso impasto può essere utilizzato per crespelle dolci o salate Passandole ancora calde nello zucchero semolato o versandoci sopra della nutella o ripiene di ricotta, mentre salate si possono gustare con alici, pomodori secchi, olive e naturalmente nduja e buon appetito. 

La nostra video-ricetta per chi dovesse avere dei dubbi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crispelle reggine, una tradizione soffice ma croccante per tutto il periodo natalizio

ReggioToday è in caricamento