rotate-mobile
Cucina

"Stoccafisso alla riggitana", un piatto gustoso che evoca i sapori del territorio

Di seguito vengono proposti gli ingredienti immancabili ed il procedimento realizzativo della tipica pietanza, adatta per questo periodo dell'anno

Lo stoccafisso è un piatto caratteristico della tradizione reggina. Nello specifico, la sua preparazione è fortemente abituale nella zona di Mammola. Proprio qui, in estate, viene proposta una caratteristica sagra che ha l'intento di celebrare la pietanza. 

Come recentemente raccontato a ReggioToday da Cuoco Felicione, la versione riggitana dello stoccafisso è una tra quelle più conosciute in ambito nazionale. Essa è riccorrente - soprattutto (ma non solo) - nel periodo a cavallo tra le festività natalizie e quelle di inizio anno.

"Lo stocco va insaporito con il cavolfiore e le olive - aveva raccontato lo chef - diventa riggitano con l'aggiunta delle patate e del peperoncino". 

Di seguito vengono riassunti gli ingredienti e i passaggi principali, utili alla realizzazione di un buon piatto. 

Ingredienti

- 1 kg di filetti di stoccafisso pulito e diliscato

- 400 gr. di patate pulite e fatte a spicchi

- 100 gr. di pomodori pelati

- 1 kg di cipolla tagliata a rondelle (se trovate la rossa di tropea è meglio)

- 500 ml di brodo vegetale (per preparare il brodo vegetale vedi ricetta base)

- prezzemolo q.b.

- sale e pepe q.b.

- olio evo q.b.

- 1 peperoncino tagliato a rondelle

-  30 gr. di capperi

-  50 gr. di olive verdi

Preparazione

Il primo passaggio è quello di riempire una pentola d’acqua e di farla bollire sulla fiamma. Nel frattempo, è consigliabile pulire dalle lische e tagliate a pezzi i filetti di stoccafisso. Quando l'acqua è arrivata a bollore, immergere l'alimento, coprire con un coperchio, e spegnere il fuoco. Dopo circa 15 minuti - quindi - il pesce può essere scolato e cucinato con gli altri ingredienti.

A questo punto, è necessario prendere una pentola capiente e inserirvi l'olio in quantità abbondante.  Non appena lo stesso olio sarà caldo, aggiungere e mescolare anche le cipolle.

Unire, in sequenza, i pelati (schiacciati precedentemente con una forchetta), il peperoncino, il prezzemolo, i capperi, il pepe nero, le olive, le patate e il brodo.

Lasciar cuocere per circa 20 minuti e - quindi - aggiungere lo stoccafisso. Integrare il sale, il pepe, e portare nuovamente a bollore.  Una volta cotto, il piatto è pronto per essere assaporato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Stoccafisso alla riggitana", un piatto gustoso che evoca i sapori del territorio

ReggioToday è in caricamento