rotate-mobile
Cucina

Stracette reggine, ecco i segreti per la ricetta dei tipici biscotti

La Confartigianato locale, in un recente post su facebook, ha diffuso l'elenco degli alimenti adeguati per la preparazione del tipico dolce

Tra le tante prelibatezze caratteristiche della provincia di Reggio Calabria non vanno dimenticate le celebri "stracette". Essenzialmente si tratta di biscotti utili per fare colazione o - più in generale - utilizzabili come merenda. 

Note sia per la morbidezza che per la croccantezza, si contraddistinguono a causa di un aroma condizionato dall'utilizzo delle mandorle e dell’arancia candita. 

Soprattutto nel passato, venivano regalate in occasione delle “visite” dopo una malattia o per un lutto.

Per realizzare le sracette bisogna - sostanzialmente - impastare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo. Questo poi va avvolto in una pellicola per alimenti e riposto in frigo a riposare per circa un’ora.

Trascorso questo tempo si dovrà stendere la pasta col mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa un centimetro e - quindi - tagliarla in piccoli rombi di circa 3 centimetri per lato.

Spennellare, dunque, con l’uovo sbattuto e infornare nel ripiano centrale del forno (preriscaldato) a 180°, per 10/15 minuti fin quando i biscotti non risultano dorati.

Il post sui social della Confartigianato

Ad esprimersi in merito è stata - ancora una volta in modo puntuale - la Confartigianato Reggio Calabria per mezzo del proprio profilo facebook. 

"Sono tipici biscotti da inzuppo della tradizione reggina - si legge nel comunicato - Morbidi ma nello stesso tempo croccanti, essendo farciti di mandorle e arancia candita, risultano ideali per essere inzuppati nel latte". 

Poi la Confartigianato ha diffuso gli ingredienti per la preparazione, elencati di seguito.

- 500 gr. farina per biscotti

- 260 gr. zucchero

- 260 gr. burro

- 75 gr. arancia candita a cubetti

- 75 gr. mandorle leggermente tritate;

- 9 gr. bicarbonato di ammonio

- 2 g sale

- 150 gr .uova

- 1 bacca vaniglia

- Limone grattugiato

"E' necessario impastare la materia come una classica pasta frolla - prosegue il post su facebook - Infornare, poi, a 170 gradi per circa 15 minuti" conclude. 

Numerosi, anche questa volta, i commenti positivi da parte degli utenti reggini sui social, che seguono sempre con grande interesse le informazioni condivise dall'ente locale che rappresenta gli artigiani del territorio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stracette reggine, ecco i segreti per la ricetta dei tipici biscotti

ReggioToday è in caricamento