rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
L'iniziativa / Pellaro

Al via alla Cassiodoro - Don Bosco, lo stage di tradizioni popolari calabresi

Il percorso didattico si concluderà il prossimo 4 giugno con la premiazione degli elaborati redatti dagli studenti e il concerto dei Kalavrìa alle ore 20.30

Al via alla Cassiodoro - Don Bosco di Pellaro, lo stage di tradizioni popolari calabresi. Il percorso formativo-didattico si svolgerà sabato mattina alle ore 10 presso l'istituto comprensivo dove è in fase di svolgimento, la prima edizione del concorso di poesia dialettale "Così è la vita" - Memorial Peppe Stellittano promosso dal leader e fondatore del gruppo etno-pop Kalavrìa, Nino Stellittano in piena sinergia con la dirigente Eva Raffaella Maria Nicolò e la casa editrice Città del Sole Edizione e che si concluderà il prossimo 4 giugno con la premiazione degli elaborati redatti dagli studenti e il concerto dei Kalavrìa alle ore 20.30. L'atteso live del gruppo etno-pop è aperto alla cittadinanza e a tutta la comunità scolastica. 

Tornando invece allo stage di sabato mattina, i giovani studenti si confronteranno acquisendo importanti nozioni sulla tradizione popolare con il leader del gruppo Kalavrìa e organizzatore dell'evento Nino Stellittano (autore anche del libro "Così è la vita. Ottantotto passi di storia" edito da Città del Sole) che spazierà dalla storia all'evoluzione dello strumento popolare, la dirigente scolastica Eva Raffaella Maria Nicolò, il professore Franco Porcaro presidente club Unesco di Scilla e studioso di tradizioni e mitologia, la professoressa di Greco Moderno Despina Papavramidou. 

"Lo stage e il concorso di poesia dialettale non sono altro che un percorso culturale atto ad approfondire e far conoscere agli studenti un patrimonio storico che possiede questa terra - afferma Nino Stellittano -. Grazie all’ottimo lavoro  e alla sensibilità della dirigente Nicolò, il concorso di poesia dialettale diventerà un appuntamento fisso che, se da un lato ricorderà mio padre Peppe, poeta, politico e artigiano per passione che, con i suoi scritti, ha affrontato tematiche importanti sviscerando l’infinito amore per la sua terra, dall'altro, darà l’opportunità agli alunni di esprimere sentimenti, valori, pensieri con cui ripercorrere i sentieri della memoria che, oggi, sono sempre più inquinati dalla frenesia della vita moderna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via alla Cassiodoro - Don Bosco, lo stage di tradizioni popolari calabresi

ReggioToday è in caricamento