Brancaleone, divieto di balneazione in due zone: valori di escherichia coli sopra il limite

I punti non conformi e identificati dall'Arpacal, di qualità scarsa, sono: “Pontile” e “I.D. Brancaleone”. Adesso tocca al Comune comunicare tutte le misure di gestione intraprese

Il servizio tematico acque del Dipartimento provinciale  dell’Arpacal, ha inviato ieri una nota al sindaco di Brancaleone, alla Regione Calabria ed al ministero della salute per comunicare la non conformità degli ultimi prelievi di campioni di acqua di mare rispetto ai limiti imposti dalla normativa che regolamenta il monitoraggio delle acque di balneazione (D.lgs. 116/08 e del D.M. 30 marzo 2010).

I punti non conformi sono: “Pontile”, questo aveva già dato una non conformità il 30 aprile scorso, e “I.D. Brancaleone”, con valori di escherichia coli superiori a 35.000 UFC/l00mt (limite previsto dalla normativa 500 UFC/l00mt).

Depurazione, Verdi: "Preoccupati per la salute delle acque reggine

Trattandosi di punti indicati come di “qualità scarsa” nella "classificazione delle acque destinate alla balneazione annualità 2019”, comunicata dall’Arpacal alla Regione Calabria il 9 maggio scorso, i punti sono interdetti in maniera permanente alla balneazione.

Adesso tocca al Comune, come richiesto dall’Arpacal, comunicare all’agenzia le misure di gestione intraprese, come l’individuazione delle cause di inquinamento, i programmi d'intervento, la rimozione delle cause, nonché le relative ordinanze sindacali di divieto alla balneazione per i tratti indicati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi truffa all’Inps, false assunzioni per ottenere indennità: 458 denunce a San Luca

  • Sant’Anna di Seminara, ricercato per furto d'auto: catturato dai carabinieri

  • Stuprata dal branco a 13 anni, costretta a fuggire al Nord per ricominciare a vivere

  • Pedone travolto sul viale Messina, trovata pirata della strada: è una donna di 90 anni

  • Incidente frontale tra due auto sulla Gallico-Gambarie: tre feriti

  • Blitz dei vigili urbani in un negozio cinese: sequestrati 2300 articoli natalizi pericolosi

Torna su
ReggioToday è in caricamento