rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
ReggioToday

“Le parole che siamo, la scuola che vogliamo”, l'istituto Euclide vince il concorso

Sono attive su Produzioni dal Basso le raccolte fondi per due dei progetti vincitori del concorso di Mondadori Education e il Nuovo Devoto-Oli che mette al centro gli studenti e i loro progetti per costruire la scuola del futuro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ReggioToday

#Leparolechesiamo, la scuola che vogliamo è il concorso per le scuole, giunto alla sua terza edizione, promosso da Mondadori Education e il Nuovo Devoto-Oli, che quest’anno si è arricchito, con una comunanza di intenti inedita nel settore, della collaborazione di Università Cattolica del Sacro Cuore, per la parte di ricerca scientifica, e di Intesa Sanpaolo, il Gruppo che più incide oggi nella promozione di iniziative concrete a sfondo sociale. Obiettivo del concorso, che ribadisce il tema della centralità della scuola nella costruzione di un futuro, scoprire come gli studenti vorrebbero la scuola di domani, a partire dalle tre direttrici fondamentali per uno sviluppo armonioso: inclusione, sostenibilità e innovazione.

Un percorso a tappe lungo un anno che ha coinvolto 200 scuole e oltre 4000 ragazzi. Suddiviso in tre fasi, il concorso arriva alla sua terza fase, quella attuativa, dopo una prima fase di ascolto che ha visto i ragazzi impegnati nei Future Lab - laboratori innovativi condotti con metodo scientifico dal TraiLab dell’Università Cattolica per sviluppare la costruzione di immaginari e progettualità - e una seconda fase di call to action rivolta alle scuole di tutta Italia e di ogni ordine e grado, che hanno avuto 3 mesi di tempo per presentare i loro progetti. Tra gli oltre 100 progetti candidati, due tra quelli risultati vincitori, selezionati e valutati da un board di esperti, vengono adesso accompagnati alla realizzazione, con l’avvio della campagna di crowdfunding lanciata su Produzioni dal Basso - prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation.

Un passaggio essenziale dalle parole ai fatti che permetterà la raccolta dei fondi necessari a trasformare i desideri dei ragazzi in realtà, realizzando almeno in parte il sogno di una scuola migliore, anche attraverso ulteriori incentivi da parte di Mondadori Education, capofila del progetto, da sempre impegnata a fianco di studenti e insegnanti nel supportare la scuola con azioni concrete. “A scuola con gusto” è il progetto ideato dalle studentesse e dagli studenti della scuola media “Rina Monti Stella” di Verbania, che hanno immaginato la loro “scuola ideale” prendendo in considerazione i cinque sensi: una scuola da vedere, da annusare, da ascoltare, da toccare e da gustare… in un luogo da vivere con “tutti i sensi” è emersa la necessità di un laboratorio di cucina e di scienze, proprio per poter sperimentare attraverso l’uso del cibo, che diventa un materiale educativo a tutti gli effetti.

La raccolta fondi permetterà al progetto di prendere forma, rendendo possibile l’acquisto degli arredi necessari: lavelli, piano cottura, frigo, piani di lavoro e dispense per la cucina, insieme a tavoli modulari, apparecchiature scientifiche ed elettroniche, scaffali e bacheche espositive per il laboratorio di scienze.

“Il Cineteatro a scuola: alziamo il sipario sul futuro” è il progetto della scuola superiore ”Euclide” di Bova Marina (Reggio Calabria), che mette al centro il teatro come forma di istruzione da includere nelle attività scolastiche: l’obiettivo del progetto è proprio quello di realizzare un Cineteatro e una cineteca all’interno dell’Istituto, dove mettere in scena quanto appreso in classe e dove poter imparare in modo alternativo, superando i limiti di uno studio esclusivamente condotto sui libri di testo. Cineteca e teatro diventeranno inoltre veri e propri “punti di riferimento culturali” aperti all’intera comunità, ospitando utenti esterni, ma anche associazioni e altre realtà locali. Per dare vita al progetto, i fondi raccolti serviranno ad acquistare gli arredi necessari alla rigenerazione dello spazio, come poltroncine, sipario, armadietti, panche, una parete con porta a scomparsa, e pannelli per isolamento acustico. Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/network/di/mondadori-education

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Le parole che siamo, la scuola che vogliamo”, l'istituto Euclide vince il concorso

ReggioToday è in caricamento