rotate-mobile
Arte sacra

Maternità divina e umana a Roma: Alessandro Allegra espone la sua "Luce del Mondo"

Il giovane reggino tra gli artisti della Sacred Art School di Firenze per la mostra ai musei di San Salvatore in Lauro: "Porto un'opera sulla maternità dal forte valore iconologico"

Ci sarà anche il reggino Alessandro Allegra tra gli artisti della Sacred Art School di Firenze che esporranno a Roma dal 20 al 31 marzo. Ai musei di San Salvatore in Lauro spazio alle opere sul tema “La Grazia e l’innocenza. Immagini di maternità divina e umana”.

"Parteciperò all'iniziativa  in qualità di ex studente della Sacred Art School di Firenze- dichiara l'artista che ha di recente dipinto su un palazzo sul viale Europa la stupefacente immagine di Falcone e Borsellino - l'opera che ho realizzzato appositamente  per l'occasione si intitola Luce del Mondo  ed è un olio su  cartone telato circolare di diametro 80. Tutta l'opera che ha una cornice, dal forte significato iconologico e iconologico, ha una dimensione di 1.45 metri per 1.45 e raffigura la maternità con mamma e bambino".

La sua creatura sarà tra le opere di un collettivo di quasi 20 artisti provenienti dalla Scuola di Arte Sacra di Firenze con due sezioni riservate ad ospiti speciali: Raul Autuori, Ruben Autuori, Andrea Bianco, Elena Braccini, Andreaa Carmina Bardazzi, Barbara Bartolomei, Elisabetta Carini, Matteo di Mambro, Fernanda Freitas, Sara Gallini, Marco Lotti, Marie Louise Seck, Amalia Rinaldi, Roberto Russo, Ludovica Severi, Sapphira Sinasac, Ana Tropia, Etienne Zobler. I Maestri della Sacred Art School in mostra Fernando Cidoncha (scultura) Gabriele Maselli (ebanisteria) Sofia Novelli (pittura) Francesco Paganini (oreficeria) Paolo Penko (oreficeria) Ignacio Valdés (pittura) Artista ospite Paola Grossi Gondi.

Curata da Giorgio Fozzati, già direttore dell’istituzione fiorentina, la mostra accompagna in un viaggio che invita a riflettere sui temi della maternità, cogliendone gli aspetti naturali e spirituali. Nel corso della mostra, si svolgeranno una serie di eventi, ideati per cogliere l’interesse di pubblici specifici: “L’ iconografia dei nuovi santi e beati: per un dialogo con la next generation, lo splendore della liturgia per il rinnovo e il decoro delle chiese, gli arredi sacri nella progettazione delle nuove chiese, per progettisti ed architetti”.

Venerdì 25 marzo sarà presentato il Master Universitario in Arte Sacra e al termine verrà celebrata la santa Messa per gli artisti nel giorno dell’Annunciazione, da mons. Mariano Fazio, vicario ausiliare dell’Opus Dei. Sabato 26 il concerto del Trio d’Archi David, con musiche di Beethoven, Schubert e Dohnanyi.

Un percorso espositivo che nasce per valorizzare la complessa realtà della Scuola di Arte Sacra, luogo di inclusione e di confronto per artisti portatori di esperienze, competenze e linguaggi differenti. L’ esposizione ha opere di pittura, oreficeria e scultura, e si arricchisce anche di altre collaborazioni.

Uno spazio speciale è dedicato a Paola Grossi Gondi, artista ospite che si esprime con linguaggio contemporaneo attraverso tecniche di sperimentazione e tradizionali. È originale nella scelta di soggetti e inquadrature, lasciando sempre trasparire una comprensione profonda e personale dei temi trattati. Nel tempo acquista particolare maestria nell' ideazione di vetrate di grandi dimensioni. Qui presenta in anteprima una nuova serie: il polittico dei Misteri Gaudiosi.

Sono presenti anche le opere di due eccellenze artigiane fiorentine che da sempre collaborano con la Scuola di Arte Sacra: Gabriele Maselli, maestro nel restauro del legno e Paolo Penko maestro d!arte orafa, designer e scultore.

In mostra anche una scultura in legno di cirmolo di Andrea Bianco, scultore di Bolzano, che proprio alla Scuola di Arte Sacra di Firenze ha compiuto parte del suo percorso formativo e ha dato vita insieme ai docenti della scuola ai primi corsi di scultura per artisti non vedenti. Accanto alla cura di Giorgio Fozzati, la mostra si avvale dei testi di Giancarlo Polenghi e del progetto di allestimento di Antonio Biccari.

“La Grazia e l’innocenza. Immagini di maternità divina e umana” è stata realizzata con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura. La Scuola di Arte Sacra di Firenze unisce aspetti pratici e contenuti teorici per formare una nuova generazione di artisti e artigiani specializzati nella dimensione del sacro e nella pluralità di significati che il sacro porta con sé. Un insieme di tradizione e innovazione che da 10 anni opera secondo un modello formativo che parte dalla consuetudine delle scuole-botteghe rinascimentali per farsi espressione contemporanea di un'alta formazione professionale.

Alla Scuola di Arte Sacra di Firenze gli studenti imparano, ma soprattutto lavorano, iniziando a misurarsi con gli incarichi che la Scuola riceve per poi intraprendere percorsi professionali come liberi professionisti e titolari di laboratori artigianali o studi di arte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maternità divina e umana a Roma: Alessandro Allegra espone la sua "Luce del Mondo"

ReggioToday è in caricamento