rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
La nomina

Bandecchi presenta Scappatura, neo coordinatore regionale di Alternativa Popolare giovani

La nomina è arrivata sabato 6 aprile durante un incontro presso l'auditorium Gilberto Perri a Catona, al quale hanno preso parte numerosissimi giovani provenienti da tutta la Calabria

Alla presenza del segretario nazionale di Alternativa Popolare, Stefano Bandecchi, del coordinatore nazionale del movimento giovanile Cristian Crispo e del coordinatore regionale Massimo Ripepi, è stato presentato Lorenzo Scappatura, il neo-coordinatore regionale di Alternativa Popolare Giovani della Calabria, in occasione dell'importante incontro, Giovani Artefici tenutosi sabato 6 aprile presso l'auditorium Gilberto Perri a Catona, al quale hanno preso parte numerosissimi giovani provenienti da tutta la Calabria.

Lorenzo Scappatura è stato per tre anni consigliere del corso di laurea di ingegneria civile e membro della Commissione assistenza e qualità; riconosciutogli l’importantissimo contributo nell’ambito universitario, è arrivato a ricoprire quest’anno la carica di consigliere di Dipartimento Diceam dell’Università Mediterranea degli studi di Reggio Calabria. Inoltre, forte dei valori cristiani che lo contraddistinguono, è impegnato quotidianamente in tantissime attività sociali sul territorio e al servizio delle fasce più deboli della comunità.

Le parole del neo-coordinatore regionale Lorenzo Scappatura: "Sono onorato e orgoglioso di ricevere questa nomina dal Coordinatore Nazionale Stefano Bandecchi, dal Presidente Paolo Alli e dal Coordinatore Nazionale Giovani Cristian Crispo, che ringrazio per aver avuto fiducia in me. Sono certo che insieme a tutto il movimento di Alternativa Popolare Giovani riusciremo a fare un lavoro straordinario.

In una Regione sofferente come la Calabria, lavoreremo per diventare un punto di riferimento per tutti i giovani che, come me, hanno intenzione di rimboccarsi le maniche e lavorare per servire la propria terra e i propri concittadini con spirito di amore e altruismo. Oggi più che mai servono modelli in questo senso: esempi di cittadinanza attiva, di socialità, di trasparenza e soprattutto di valori. La politica, che è il motore di ogni cosa, rappresenta la principale valvola di sfogo per riaffermare la sovranità che noi giovani, oggi, stiamo perdendo dalla nostra stessa vita".

"Giovani Artefici" ha rappresentato un momento fondamentale di confronto e di stimolo. La nostra soddisfazione più grande è stata vedere la partecipazione di tantissimi giovani provenienti da diverse province della Calabria, che hanno deciso di mettersi in gioco per lottare per la rinascita della nostra terra.

È stato un onore e un privilegio poter contare sulla presenza e sull'instancabile impegno di Stefano Bandecchi, Cristian Crispo e Massimo Ripepi. Le parole di incoraggiamento e di sostegno da parte dei nostri dirigenti nazionali e regionali hanno confermato l'importanza del ruolo dei giovani nella costruzione di una politica più partecipativa e orientata al bene comune".

"L'incontro di sabato è stato il primo passo verso la rivoluzione di Reggio e della Calabria. La nostra presenza numerosa ha dimostrato che siamo pronti e determinati a combattere contro il sistema politico attuale, dove gli amministratori si occupano solo dei propri interessi.

Per farlo abbiamo bisogno di seguire dei modelli come Bandecchi e Ripepi che hanno deciso di invertire la rotta dell’attuale della politica e lottare contro i venduti e i traditori attraverso i valori della giustizia, della verità e della trasparenza. Dobbiamo operare senza spaventarci e fare di tutto affinché i giovani possano contare qualcosa in questa società. I cittadini hanno bisogno di una luce e quella luce siamo noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandecchi presenta Scappatura, neo coordinatore regionale di Alternativa Popolare giovani

ReggioToday è in caricamento