rotate-mobile
Politica

Ballottaggio, Domenico Giannetta suona la carica: "La città chiede discontinuità"

Il consigliere regionale ringrazia i candidati di "Ogni giorno Reggio Calabria" per la prestazione elettorale e suona la carica al centrodestra in vista del secondo turno di ottobre e attacca Falcomatà

"Orgoglioso di Ogni giorno Reggio Calabria che raggiunge il traguardo con un seggio al primo turno. Il nostro contributo sostanziale e determinante all’affermazione del centrodestra. Condurremo Nino Minicuci alla vittoria al ballottaggio”. A parlare è Domenico Giannetta, il consigliere regionale che è stato il motore della lista a sostegno della candidatura di Antonino Minicuci a sindaco di Reggio Calabria.

“Ringrazio - dice Giannetta - i candidati della lista Ogni Giorno Reggio Calabria per la passione e l’impegno. Porteremo in Consiglio comunale, con slancio e vigore, i valori moderati e democratici che ispirano le proposte e le azioni del progetto politico che abbiamo traslato dalla Regione al Comune e, in futuro, nella Città Metropolitana”.

Per il consigliere regionale: “Il risultato elettorale ci restituisce un segnale inequivocabile: la città chiede discontinuità. È inconfutabile il crollo vertiginoso di Falcomatà che perde la metà dei consensi. Nonostante le inaugurazioni, la presenza dei big e la campagna denigratoria nei confronti di Minicuci. Quel desiderio di discontinuità in parte frammentato dal civismo, nel ballottaggio, si ricompatterà e si orienterà sull’alternativa messa in campo dal centrodestra e incarnata da tutte le anime della coalizione, in particolare da Forza Italia, il nostro è infatti il primo partito a Reggio Calabria”.

Poi, Giannetta suona la carica ai suoi: “Ci aspettano due settimane di intensa campagna di sensibilizzazione del popolo reggino in cui continueremo a lavorare per e non contro. Perché crediamo fortemente nel profilo umano e professionale del super tecnico Minicuci di cui conosco personalmente, come detto in tante occasioni, le grandissime qualità”.

L’ultimo passaggio del suo ragionamento è un attacco frontale a Giuseppe Falcomatà. “Non accettiamo però le false rappresentazioni della realtà che Falcomatà utilizza per disorientare l’elettorato in modo fazioso e scorretto quando dice che i cittadini sono di fronte a un bivio. Quasi a intimidirli quando gli intima di scegliere tra Reggio e la Lega. Non è assolutamente vero. I cittadini devono scegliere, liberamente e democraticamente, tra lui e Minicuci. Tra la proposta del centrosinistra e quella del centrodestra. Tra continuità e discontinuità. Ma evidentemente chi teme la libertà di pensiero ha veramente molta paura di perdere".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, Domenico Giannetta suona la carica: "La città chiede discontinuità"

ReggioToday è in caricamento