rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
La polemica

La gaffe della Calabria alla fiera di Vienna, nel logo scompaiono le isole italiane

Anche la governatrice Todde chiede chiarimenti per l'immagine dell'Italia nello stand calabrese, dove non ci sono Sicilia e Sardegna

Una piccola Italia stilizzata, una bandiera tricolore e il logo di Calabria Straordinaria. Così la Regione ha allestito il suo stand partecipando alla Fiera delle Vacanze in corso a Vienna, ma ha commesso una imbarazzante gaffe. Nella figurina del paese attraversata dalla scritta "Italien" mancano infatti Sicilia e Sardegna: una dimenticanza ovviamente non volontaria, ma che è stata notata soprattutto perché le altre due regioni italiane che sono presenti alla fiera (Veneto e Friuli Venezia Giulia) non mostrano ignoranze in geografia e nei loro loghi le due isole italiane appaiono regolarmente al loro posto.

L'errore è diventato virale dopo la segnalazione di alcuni esponenti politici siciliani. La presenza italiana all'importante fiera viennese è stata promossa dall'Ambasciata d'Italia in Austria, insieme a Enit e Agenzia Ice. La Calabria ha avuto la soddisfazione di promuovere le bellezze artistico-culturali del nostro paese insieme a Veneto e Friuli Venezia Giulia oltre a un'associazione di comuni siciliani. 

L'indignazione di Alessandra Todde e la frecciata di Cateno De Luca

Alla protesta dei rappresentanti siciliani per la cancellazione delle isole dalla cartina italiana nello stand della Calabria è seguita la reazione della neo governatrice sarda, Alessandra Todde. In un post su Facebook scrive: "Sono profondamente delusa e sorpresa nel vedere che due intere regioni sono state escluse dal logo che rappresenta l'Italia nello stand della Calabria alla Fiera delle Vacanze di Vienna". Per Todde non è un errore: "Non si tratta solo un disguido grafico - precisa - ma di una colpevole omissione che dimentica la nostra identità e il contributo delle due isole maggiori alla cultura e alla bellezza del nostro Paese".

La governatrice ha concluso il suo post con toni battaglieri: "Chiedo un chiarimento immediato e un correttivo da parte degli organizzatori e vi assicuro che darò seguito a queste parole con azioni concrete per garantire il giusto riconoscimento e la considerazione che la Sardegna e la Sicilia meritano ogni volta che si porta nel mondo l'immagine dell'Italia".

Anche Cateno De Luca, leader di Sud chiama Nord, ha commentato la vicenda sui social: "La Calabria cancella i suoi principali competitor: concorrenza sleale o errore di stampa? A quanto si apprende dalle agenzie di stampa nel logo che rappresenta l'Italia nello stand della Calabria alla Fiera delle Vacanze in corso a Vienna, mancano la Sicilia e la Sardegna. A fronte di centinaia di migliaia di euro spesi per la promozione o siamo di fronte a dei dilettanti o a dei geni della comunicazione". 

La Regione: "Solo immagine per evidenziare la posizione della Calabria"

Una replica è poi arrivata da Maria Antonella Cauteruccio, dirigente generale al Turismo, Marketing territoriale e Mobilità della Regione Calabria. In una nota si afferma: "La Regione Calabria ha partecipato alla Fiera delle vacanze, in corso a Vienna, con uno stand autonomo. In tutto il materiale promozionale esposto e ampiamente distribuito dalla nostra regione nel corso della manifestazione la cartina dell'Italia è riportata in modo tradizionale con Sicilia e Sardegna. Solo in una parte marginale del padiglione - si spiega - è presente una piccola immagine stilizzata della penisola senza le due isole che ha il solo obiettivo di mettere il più possibile in primo piano la posizione geografica della Calabria".

Parole che comunque confermano la volontà di una scelta pubblicitaria sicuramente infelice: "Non si tratta - continua la nota - della riproduzione né di una mappa fisica, nè di una mappa politica del nostro Paese. Siamo fieri di avere rappresentato anche quest'anno la Calabria a Vienna con un programma molto apprezzato e con uno stand più grande dell'anno scorso che ha riscosso molto interesse e ricevuto tanti apprezzamenti dai visitatori, dalle altre regioni, dal rappresentante dell'ambasciata austriaca e dall'Enit".
   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La gaffe della Calabria alla fiera di Vienna, nel logo scompaiono le isole italiane

ReggioToday è in caricamento