rotate-mobile
La polemica

Ponte, Saccomanno sbotta: "Incomprensibili le polemiche sulla realizzazione"

Il commissario regionale della Lega evidenza il lavoro svolto dal ministro Salvini e condanna le scelte dei "tanti difensori del no a qualsiasi intervento innovativo e di crescita"

“Incomprensibili le polemiche sul ponte dello Stretto portate avanti tendenziosamente dalla sinistra e da soggetti che, molto probabilmente, non conoscono la materia e non si sono mai aggiornati. Ora questo meraviglioso intervento è realtà! Dopo oltre 50 anni di inutili discussioni e marce indietro, specialmente dovute alle condotte poco chiare della sinistra, si parte e il sogno diventa concretezza: completato l’iter parlamentare".

A parlare è Giacomo Saccomanno, il commissario regionale della Lega in Calabria che, in una nota diffusa alla stampa, rimarca l'impegno del ministro Salvini. "Tutto ciò grazie alla Lega e, in particolare, al ministro Matteo Salvini che ha ritenuto prioritario per la Calabria, la Sicilia, il Sud, l’Italia e l’Europa il collegamento tra le due sponde dello Stretto. Un qualcosa di fantastico che renderà i territori maggiormente attrattivi e che consentirà di creare occupazione per molti anni".

"Solo per chiarezza - spiega Saccomanno - non solo il ponte è assistito da studi tecnici all’avanguardia, ma sarà ancor più tecnologico applicando le innovazioni degli ultimi anni, che creerà maggiore sicurezza e risparmio anche dei costi. A questo si aggiungano i benefici per l’ambiente in quanto diminuirà l’inquinamento, la celerità dell’attraversamento, i nuovi rapporti commerciali per il Mediterraneo, l’utilizzo maggiore del porto di Gioia Tauro, l’interesse turistico, la realizzazione delle strutture necessarie sulle sponde interessate e, quindi, tutte quelle opere che renderanno il territorio innovato e con opere di rilievo, che verranno a colmare quel divario esistente". 

"L’opera dimostrerà, da una parte - si dice convinto di ciò Saccomanno - la concretezza di questo Governo e la volontà determinata del Ministro Salvini, e, dall’altra, il fallimento della sinistra che ha governato la nostra Nazione per decenni ed ha creato e causato solamente disastri e fallimenti". 

"Se vi sono i problemi gravissimi delle carenze energetiche, delle alluvioni, del crollo dei ponti, della devastazione dei territori, è, certamente, la conseguenza di una gestione della Nazione disastrosa - conclude - e dei veti espressi dalla sinistra, oltre che dalla incapacità di governare in modo strategico e concreto la nostra Italia. Una vergogna che dovrebbe, per pudore, far tacere i tanti difensori del no a qualsiasi intervento innovativo e di crescita. Meno male che esiste la Lega e Matteo Salvini!”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte, Saccomanno sbotta: "Incomprensibili le polemiche sulla realizzazione"

ReggioToday è in caricamento