Domenica, 1 Agosto 2021
Politica

Cambiamo, Meduri è il neo responsabile provinciale organizzazione e sviluppo territoriale

Meduri ribadisce che "la voglia di ridare dignità alla città è grande. Cambiamo! è un messaggio, un obiettivo di una nuova squadra in cui tutti lavoreranno apportando passione politica e soprattutto competenze"

“Sono entusiasta ed orgoglioso di questo incarico. Cambiamo! sta crescendo a livello nazionale e ed istituzionale. Il mio obiettivo è supportare il coordinatore provinciale Saverio Anghelone per creare una squadra in ogni comune nella provincia di Reggio Calabria e dei responsabili con competenze specifiche nel loro singolo settore, portando cosi avanti i nostri ideali e le nostre idee di buon governo.  Siamo già a lavoro da qualche mese,  abbiamo dato vita ad importanti webinar  su tematiche come scuola, agricoltura, attività produttive, disabilità, turismo e infrastrutture. 

Si avverte, sicuramente, l’esigenza  di una forza politica moderata, concreta e nuova che sappia ascoltare i cittadini e le loro difficoltà, oggi cresciute in modo esponenziale a causa della pandemia". E’ quanto afferma  Francesco Meduri, nominato responsabile provinciale per l’organizzazione e lo sviluppo territoriale.

“Mai come in questo momento di difficoltà per il nostro Paese c’è bisogno di impegno e partecipazione, e in tempi di politica ‘liquida’ è importante ripartire dal territorio per segnare un cambio di passo”. Queste le parole pronunciate recentemente dal senatore Quagliarello, uno dei promotori di questo movimento politico. Proprio in questi giorni con la nascita dei coordinamenti locali si avvia la strutturazione e al tempo stesso la campagna di tesseramento di Cambiamo!, che porterà alla celebrazione dei congressi in tutta Italia nel prossimo autunno e alla creazione dei direttivi regionali in grado di essere piena espressione dei territori. Oggi più che mai è fondamentale ricostruire un’area politica, dotata di concretezza e cultura di governo, che si adoperi per il bene del territorio e partecipi alla edificazione di un progetto più grande e moderato.

“Cambiamo!” unisce liberi cittadini che si ispirano ai valori della tradizione liberal democratica, conservatrice dei princìpi fondamentali della civiltà occidentale e riformatrice delle politiche. Si richiama a quella cultura politica che ha sempre saputo coniugare la difesa dell’identità culturale, la risposta alla richiesta di sicurezza e protezione sociale e la modernizzazione dei processi di sviluppo.

“Un impegno importante – sottolinea Meduri, imprenditore del settore street food a livello nazionale – con l’obiettivo di far avvicinare agli ideali politici di Cambiamo!. Cittadini che abbiamo voglia di mettersi in gioco, pronti a scendere in campo per il miglioramento della società civile, che siano in grado di gestire  la “cosa pubblica” con diligenza e senso del dovere. Reggio testimonia la volontà di cambiamento e la passione che ho potuto riscontrare in voi mi stimola a fare ancora di più”. 

“Quando si fa parte di un partito occorre sentirsi parte di una ‘comunità’ e sono convinto che nella città dello Stretto, ‘Cambiamo’, riuscirà a risolvere i tanti problemi che attanagliano questa splendida realtà”, aveva evidenziato Pino Bicchielli, coordinatore esecutivo nazionale, durante un interessante webinar.

“Reggio Calabria vive, infatti, un momento molto particolare  evidenzia - con tante problematiche, enfatizzate per certi aspetti dalla pandemia, tra cui quella della gestione dei rifiuti assume contorni drammatici e pittoreschi, con strade talvolta invase da cumuli di spazzatura anziché gli auspicabili turisti. In merito ai brogli elettorali l’attuale amministrazione Falcomatà cerca di liquidarli come vicende marginali e non frutto di una pianificazione, come invece emerge dalle conferenze stampa degli organi giudiziari.  

Diversi i settori in crisi. Attività produttive che abbassano le loro saracinesche in periferia ma negli ultimi mesi anche su via principali come il Corso Garibaldi. Anche il settore immobiliare, con le difficoltà delle attività subisce una frenata a cui sarebbe anche utile trovare una soluzione per non abbandonare il settore alla sua drammaticità, dovuta alle richieste esose da una parte ma anche alla necessità di pagare la tassazione in atto. Ma se Reggio e la sua provincia presentano tutte queste grandi difficoltà - conclude Meduri - dall’altra anche la voglia di ridare dignità alla città è grande.   Cambiamo! è un messaggio, un obiettivo di una nuova squadra in cui tutti lavoreranno apportando passione politica e soprattutto competenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambiamo, Meduri è il neo responsabile provinciale organizzazione e sviluppo territoriale

ReggioToday è in caricamento