rotate-mobile
Patti di sviluppo e coesione / S.Giorgio - Modena -S.Sperato / Via Ciccarello

Campo di Ciccarello, annullata la gara per rinuncia della ditta all'appalto

Tutto da rifare per l'intervento di completamento e riqualificazione della struttura, finanziato dai Psc della città metropolitana

Campo di Ciccarello, tutto da rifare. La gara per l'assegnazione dei lavori di completamento e riqualificazione di una struttura sportiva cruciale per i giovani nel problematico quartiere della periferia cittadina è stata annullata per la rinuncia all'appalto da parte della società aggiudicatrice. La ditta Pan Costruzioni Pellegrino srl di Reggio Calabria, vincitrice della procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando, ha comunicato di voler rinunciare all’appalto, per “sopraggiunti altri impegni lavorativi e cantieri in considerazione dei quali non possono essere assunte altre obbligazioni contrattuali". 

Con la determina dirigenziale 743 del 22 febbraio 2024 il settore lavori pubblici ha revocato l'aggiudicazione riservandosi la "valutazione e quantificazione del danno conseguente il suddetto inadempimento e l’avvio dell’azione risarcitoria, nonché la sussistenza dell’obbligo di segnalazione all’Anac". Adesso l'iter dovrà tornare al punto di partenza, adeguando il progetto definitivo-esecutivo dell'opera da porre a base di nuova gara per l'appalto dei lavori.

La riqualificazione del campo di Ciccarello rientra tra gli interventi finanziati dal Psc della città metropolitana

Il completamento e riqualificazione del campo di calcio di Ciccarello è tra gli interventi finanziati dal Piano di Sviluppo e Coesione della Città Metropolitana di Reggio Calabria, che con decreto 358 del 22 novembre 2022 del rup è stato aggiornato incrementando l’importo complessivo di previsione a 1.000.000 di euro dagli originari 10.600.000 previsti nel precedente Patto per lo Sviluppo. Confermati poi nel programma triennale delle opere pubbliche 2023/2025 e il bilancio di previsione dello stesso periodo, i lavori sono stati approvati con delibera del consiglio Comunale il 24 luglio scorso, nell'ambito della missione 6, obiettivo strategico "riqualificazione infrastrutture sportive”. L'importo complessivo dell'intervento è di 1.137.550,65 euro suddivisi in due fasi realizzative il cui quadro economico complessivo è in premessa riportato, articolato in due successive fasi realizzative.

La storia di un appalto tormentato che adesso torna al punto di partenza

La storia dell'appalto è tormentata. La procedura negoziata senza bando, svolta previa consultazione di operatori economici individuati mediante indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici abilitati, aveva assegnato i lavori a un raggruppamento temporaneo fra due imprese di Rizziconi e Maropati, ma a seguito delle verifica sui requisiti dichiarati in sede di gara dell'operatore economico è emersa la presenza sul casellario di sanzioni interdittive a carico di una delle ditte partecipanti al raggruppamento. Soggetto aggiudicatario della gara con la seconda miglior offerta è stato dunque Pan Costruzioni Pellegrino srl con una disponibilità finanziaria di 705.644,17 euro per la realizzazione dei lavori. 

Uscita di scena anche questa società, l'operatore economico terzo in graduatoria (una ditta messinese), non può essere ammessa perché negligenti nella presentazione di alcuni documenti obbligatori. Ma soprattutto nel progetto definitivo-esecutivo posto a base di gara, il tempo utile per il completamento dei lavori compresi nell’appalto (304 giorni), non è più compatibile con il termine del 30 novembre 2024, fissato per la conclusione e la relativa rendicontazione della spesa all’ente finanziatore.

La città metropolitana rischierebbe oltre alla perdite del finanziamento durante l’esecuzione dei lavori, anche un contenzioso con l’appaltatore che non verrebbe pagato. Adesso si dovrà correre ai ripari adeguando il progetto definitivo-esecutivo in modo da renderlo coerente con i tempi di esecuzione dei lavori e aggiornarlo al nuovo prezzario lavori pubblici della Regione Calabria. Dopo questo passaggio sarà aperta una nuova gara. Nel frattempo il campo di calcio di Ciccarello resta in condizioni di degrado e inutilizzo rinviando a data da destinarsi un'opera attesa dalla popolazione giovanile in un'area che insieme al campo Coni e al vicino liceo scientifico Volta con il suo indirizzo sportivo, rappresenta una importante opportunità di riscatto attraverso lo sport. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campo di Ciccarello, annullata la gara per rinuncia della ditta all'appalto

ReggioToday è in caricamento