rotate-mobile
L'avviso pubblico / Centro / Lungomare Italo Falcomatà

Chioschi del lungomare, ecco il bando: prevede riqualificazione a spese del concessionario

La manifestazione d'interesse scade il 3 giugno e l'affidamento comprende gli oneri per mettere a nuovo i gazebo

La stagione estiva è alle porte e il clima la sta anticipando. Sul filo del rasoio è stato pubblicato oggi il bando per l'affidamento dei tre chioschi di proprietà comunale nella via marina bassa: procedura ad evidenza pubblica con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ha scadenza il 3 giugno 2024 e comprende, ogni alla concessione delle strutture, l'onere per la loro riqualificazione estesa ai servizi annessi. 

L'avviso è stato approvato con determina n. 2090 del dirigente del settore sviluppo economico del Comune, in esecuzione della deliberazione di giunta dello scorso 2 maggio. Come già anticipato dall'amministrazione, saranno concessi un gazebo di 19,87 mq, destinato a ospitare un'attività del tipo gelateria, frullateria o frutteria; uno di 61 mq per una friggitoria; uno di 19,87 mq previsto come piadineria o rosticceria. I partecipanti al bando dovranno presentare una proposta di riqualificazione con spese a totale carico del concessionario, dall'attività progettuale agli interventi di adeguamento per la destinazione d'uso indicata. Confermati i requisiti green (materiali riciclabili per bicchieri e contenitori offerti all'utenza su cauzione; tecnologie ad alta efficienza energetica) e l'obbligo di amalgamare gli eventuali arredi esterni al contesto liberty del lungomare - ma dovranno essere oggetto di un'ulteriore concessione di suolo pubblico. 

Che i chioschi dovessero essere rimessi in sesto era prevedibile (in commissione l'assessora Lanucara aveva parlato di difficoltà a recuperare le chiavi e accedere all'interno lasciando incertezza sul punto), ma la delibera di giunta aveva lasciato la questione sottintesa senza esplicitare questo dettaglio. Nel bando appare oggi la sorpresa e non come clausola ma nell'oggetto stesso del bando, a chiare lettere. Ma se il soggetto vincitore dovrà provvedere a risanare i gazebo, in che stato effettivamente si trovano? Nel disciplinare è descritta la situazione attuale: "La struttura portante si presenta in buono stato di conservazione. Gli stessi sono dotati di tutti gli impianti necessari al loro attuale utilizzo, quali elettrico e idrico (da controllare all’esito dei lavori edilizi e, eventualmente, ripristinare in conformità della normativa vigente). Per l’avvio attività, i chioschi necessitano di opere di ristrutturazione interna, ripristino della pavimentazione e dei servizi igienici nonché opere di finitura". 

Le offerte che saranno presentate per la manifestazione d'interesse saranno il termometro della reale appetibilità di questo appalto. Resta però la criticità del grave ritardo e il conseguente poco tempo a disposizione, dopo l'affidamento, per far partire l'attività. Presubilmente, e considerando anche i lavori da effettuare, si arriverà a giugno inoltrato.

La concessione sarà di sei anni non rinnovabile e impone l'apertura dei chioschi per tutto l'anno: non citato nel bando ma messo nero su bianco nella delibera di giunta è il divieto di vendita di bevande con tasso alcolico superiore a 7% che sembra rispondere alla volontà dell'amministrazione di tipizzare un lungomare formato famiglia. Non solo: al settore polizia municipale e viabilità sarà demandato il potenziamento dei servizi di vigilanza, controllo e prevenzione "con riguardo alla repressione della vendita abusiva degli alcolici superiore alla gradazione indicata, al rispetto del contenuto delle autorizzazioni rilasciate agli operatori e della normativa in materia di emissioni sonore". Insomma tolleranza zero contro la malamovida, pensando non a una città-dormitorio ma a prevenire situazioni di rischio soprattutto per il sensibilissimo target dei più giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chioschi del lungomare, ecco il bando: prevede riqualificazione a spese del concessionario

ReggioToday è in caricamento