rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Palazzo San Giorgio, i Democratici e progressisti sposano la tesi del Pd

Il gruppo guidato da Mario Cardia, insieme a Nino De Gaetano, hanno incontrato il sindaco facente funzioni Brunetti e chiesto l'azzeramento della giunta

Nella mattinata odierna, una delegazione del gruppo "Democratici e progressisti metropolitani", formata dal capogruppo Mario Cardia e da Nino De Gaetano, ha incontrato il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti.

In rappresentanza del gruppo - di cui sono componenti in consiglio comunale, oltre Mario Cardia, i consiglieri Marcantonino Malara, Filippo Burrone e Giuseppe Nocera - la delegazione ha rappresentato a Brunetti l’assoluta necessità di rilanciare l’azione politica ed amministrativa in città, ponendo al centro della discussione i temi del lavoro, dell’erogazione dei servizi essenziali ai cittadini e dello sviluppo della Città, attraverso il Pnrr ed i finanziamenti europei.

Il gruppo "Democratici e progressisti metropolitani" ha offerto al sindaco facente funzioni Brunetti la disponibilità a contribuire in modo costruttivo al superamento di questa fase delicata per la Città, che potrà ripartire solo attraverso un azzeramento totale della giunta comunale, con riserva di discutere all’interno della successiva interpartitica anche dei temi relativi alla città metropolitana. 

Nell’ambito di una discussione cordiale ma chiara, il gruppo "Democratici e progressisti" ha ribadito la necessità che la politica ed i partiti governino con autorevolezza questa fase e quelle che seguiranno per il bene della città e senza abdicare al proprio ruolo, ponendo al centro di ogni decisione il servizio ai cittadini, al bene comune, agli ultimi, alle fasce di popolazione più deboli ed alle famiglie in difficoltà.

In tal senso, i "Democratici e progressisti metropolitani" hanno proposto l’istituzione di una cabina di regia, formata dal sindaco facente funzioni e dai capigruppo, che si riunisca periodicamente assieme ad associazioni, sindacati, istituzioni, terzo settore e realtà rappresentative della Città, in modo da condividere in modo quanto più ampio possibile le scelte importanti per il futuro della città.

In particolare, sul tema del lavoro, la delegazione ha espresso l’esigenza di avviare una stagione nuova, che possa dare risposte concrete ai giovani, ai precari, ai disoccupati, agli imprenditori in difficoltà ed a quanti hanno deciso di restare ed investire a Reggio Calabria, partendo dall’interno della macchina burocratica comunale, che dovrà essere immediatamente rinnovata attraverso l’indizione dei concorsi per il reclutamento del personale e l’aumento delle ore delle risorse umane di recente stabilizzate.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo San Giorgio, i Democratici e progressisti sposano la tesi del Pd

ReggioToday è in caricamento