rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Politica

Martino e Nucera, il Pd punta su due donne per superare la crisi

Sono questi i nomi proposti al sindaco facente funzioni Paolo Brunetti per il rimpasto di giunta a Palazzo San Giorgio

Trattative serrate tra il Pd e la coalizione di centrosinistra, al momento alla guida del Comune di Reggio Calabria con il sindaco facente funzioni Paolo Brunetti, dopo la sospensione di Giuseppe Falcomatà per via della condanna in primo grado a conclusione del processo Miramare. L'apertura ufficiale della crisi dell'attuale giunta, richiesta dal Pd, ha aperto un momento di confronto politico tra i partiti, liste civiche e nuove formazioni nate subito dopo le elezioni regionali.

La questione principale, chiesta dal Pd, rappresentato dal commissario regionale Stefano Graziano, dal capogruppo in Regione Nicola Irto, dal consigliere comunale Giuseppe Sera e da Seby Romeo che al momento rappresenta la federazione provinciale reggina, è l'azzeramento dell'attuale giunta con una rimodulazione delle presenze del Pd, da raddoppiare rispetto agli attuali due componenti: Rocco Albanese e Mariangela Cama. Nel conto dem andrebbe aggiunto anche l'attuale presidente del Consiglio comunale Enzo Marra. Secondo quanto appreso dalla Dire, i nomi più accreditati a prendere il posto dell'assessore sospeso Giovanni Muraca e del dimissionato Tonino Perna, sarebbero le attuali consigliere comunali Angela Martino e Lucia Nucera.

La prima è la figlia di Demetrio Martino, a lungo consigliere comunale prima con il Pds, poi con i Ds e in ultimo con il Pd. La sua posizione sembra ben vista dall'area che fa capo a Nicola Irto. Lucia Nucera, invece, già assessora al welfare nella precedente giunta Falcomatà, che sembra non abbia gradito la mancata riconferma nell'attuale esecutivo, è invece molto vicina all'ex capogruppo Pd alla Regione Seby Romeo.

"Ripartenza programmatica accompagnata da un azzeramento della giunta, utile a ridare stabilità alla città, in una fase che vedrà gli Enti territoriali protagonisti della epocale partita dei fondi del Pnrr e per ridare slancio, come da più parti chiedono i cittadini, ai servizi locali" è stata la condizione posta dal Pd e comunicata da Graziano a Brunetti che ha chiesto tempo per avviare un confronto anche con gli altri movimenti civici e partiti del centrosinistra.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martino e Nucera, il Pd punta su due donne per superare la crisi

ReggioToday è in caricamento