Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Città metropolitana, ok all'accordo di programma quadro per l'Area Grecanica

Il consiglio metropolitano approva all’unanimità il provvedimento per il rilancio delle aree interne. Falcomatà: "Intervento concreto e importantissimo per il contrasto allo spopolamento e la ripartenza dei territori"

Giuseppe Falcomatà

La Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese, cosiddetta Snai, è stata al centro dei lavori della seduta del Consiglio metropolitano di Reggio Calabria.

L'assemblea ha affrontato le tematiche e gli indirizzi operativi che rientrano nell'ambito della politica nazionale innovativa di sviluppo e coesione territoriale che, com'è noto, ha l'obiettivo di contrastare la marginalizzazione ed i fenomeni di declino demografico che interessano le aree interne del Paese.

Disco verde dall’aula Leonida Repaci all’approvazione dello schema dell'accordo di programma quadro per l'area interna "Grecanica" con il quadro degli interventi per i quali la Città metropolitana di Reggio Calabria è individuata come soggetto attuatore.

Obiettivo del percorso che interessa l'Area Grecanica, è stato evidenziato nel corso del dibattito in aula, è quello di assicurare, in favore delle comunità interne svantaggiate coinvolte, un miglioramento dei servizi essenziali di istruzione, salute e mobilità, nonché ad innescare processi di sviluppo mediante il sostegno e la rigenerazione delle economie locali, attraverso il concorso dei Fondi SIE (Fesr, Fse, Feasr) e dell’intervento nazionale,
integrati, eventualmente, con altri fondi della programmazione nazionale. I comuni coinvolti sono Bagaladi, Bova, Bruzzano Zeffirio, Cardeto, Ferruzzano, Montebello Ionico, Palizzi, Roccaforte del Greco, Roghudi, San Lorenzo, Staiti, quali comuni dell’Area Progetto, con l'individuazione, inoltre, dei comuni di Bova Marina, Brancaleone, Condofuri e Melito di Porto Salvo.

La Strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese punta inoltre a rafforzare la struttura demografica dei sistemi locali delle aree interne, migliorare la manutenzione del territorio e assicurare un livello di benessere e inclusione sociale dei cittadini, attraverso l'incremento della domanda di lavoro e il miglior utilizzo del capitale territoriale.

Soddisfazione in aula è stata espressa da tutti i componenti del Consiglio metropolitano. Tra gli altri, la seduta ha registrato gli interventi del Vicesindaco Armando Neri e dei consiglieri Carmelo Versace, Domenico Mantegna, Filippo Quartuccio, Domenico Romeo, Pasquale Ceratti, Giuseppe Zampogna e Antonino Minicuci. "Il Consiglio metropolitano – ha detto il sindaco Falcomatà al termine della seduta - approva all'unanimità il progetto Snai per la valorizzazione delle aree interne.

Un percorso lungo e articolato che ha visto protagonisti i sindaci e i Comuni dell'area Grecanica e che affonda le proprie radici a diversi anni fa, nel quadro di un approccio operativo integrato che ha l'obiettivo di evitare da un lato lo spopolamento di queste comunità e per altro verso, concrete possibilità di sviluppo per tutta l'area. In particolare il progetto prevede un investimento di venticinque milioni di euro sulla mobilità, sulle scuole, sulla valorizzazione della filiera agroalimentare, sull’incentivazione delle startup e dell’occupazione giovanile e femminile.

La Città metropolitana in questo percorso è soggetto attuatore per 3 milioni, su 25 milioni complessivi, a valere su fondi del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, altri 8 milioni sui Patti per il Sud, 14 invece sono stanziati direttamente dal Governo. Un progetto ambizioso, dunque, che parte dal basso e che premia la continuità e la bontà del lavoro di programmazione condotto in sinergia con i sindaci del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana, ok all'accordo di programma quadro per l'Area Grecanica

ReggioToday è in caricamento