Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Centro

Consiglio metropolitano, Falcomatà: "Raddoppiare quota Recovery destinata al sud"

Nel pomeriggio si è riunito il consiglio della MetroCity. Il primo cittadino si è soffermato anche sulla visita del generale Figliuolo: "Sindaci non coinvolti". La maggioranza indica i capigruppo Giuseppe Ranuccio e Salvatore Fuda

Nel pomeriggio si è riunito il Consiglio della Città metropolitana di Reggio Calabria. All’ordine del giorno nove punti di discussione. Nella fase preliminare dei lavori, i gruppi consiliari dei Democratici e S’intesi hanno indicato i rispettivi capogruppo nelle persone dei consiglieri Giuseppe Ranuccio e Salvatore Fuda. Relativi vice capogruppo sono stati indicati i consiglieri Antonino Zimbalatti e Carmelo Versace.

Si è, quindi, passati all’approvazione del verbale della seduta precedente e, successivamente, di alcuni debiti fuori bilancio relativi a 27 sentenze esecutive. La dirigente, dottoressa Mariagrazia Blefari, responsabile del settore U.O.A. Stazione Unica Appaltante Metropolitana, ha relazionato sulla proposta, approvata all’unanimità, “Annullamento parziale della Deliberazione consiliare della Città metropolitana di Reggio Calabria R.G. n. 40/2020 e dello schema di Convenzione CUC disciplinante i rapporti con i Comuni e gli Enti aderenti per lo svolgimento delle attività della Centrale Unica di Committenza della Città metropolitana di Reggio Calabria adottato con la medesima Deliberazione R.G. n. 40/2020 del Consiglio Metropolitano e sostituzione della previsione contenuta nell’art.5, comma 1, lett. C) dello schema di Convenzione CUC”.

La proposta del vice sindaco Neri

Approvata dall’assemblea anche la proposta, presentata dal vicesindaco Armando Neri, “Linee di indirizzo e Obiettivi strategici per l’aggiornamento del Piano Triennale della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2021-2023”.

Le interrogazioni dei consiglieri Zampogna e Conia 

Si è passato, quindi, alla trattazione di alcune interrogazioni presentate dai consiglieri Michele Conia e Giuseppe Zampogna rispettivamente su “tempi di esecuzione, modalità, qualità dei lavori che verranno effettuati e somme stanziate per gli interventi di manutenzione e rifacimento del manto stradale delle arterie che collegano il territorio pre- aspromontano tirreno” e su “Realizzazione lavori della Pedemontana: tratto Cittanova- Taurianova”. Sui punti hanno risposto il consigliere delegato alla Viabilità Camelo Versace e dal dirigente di settore, dott. Lorenzo Benestare.

In conclusione sono intervenuti il consigliere Giuseppe Marino e Domenico Mantegna. Il primo si è concentrato su questioni relative alle infrastrutture viarie e, in particolar modo, sulla necessità di riprendere il progetto della Pedemontana di Gioia Tauro, mentre il consigliere Mantegna ha espresso perplessità e critiche sulla previsione del Governo di voler destinare al Mezzogiorno soltanto il 34% delle risorse inserite nel Recovery fund.

Quindi, il consigliere Versace ha rinnovato spiegano ancora dalla Metrocity "la volontà di voler continuare i sopralluoghi già intrapresi nei singoli Comuni del comprensorio auspicando la collaborazione dei colleghi consiglieri. Tema sul quale è intervenuto altresì il consigliere Filippo Quartuccio che ha ripreso, fra le altre cose, pure i dubbi manifestati dal consigliere Mantegna sulla gestione governativa dei finanziamenti straordinari europei". A tal proposito, anche il consigliere Antonino Minicuci ha sostenuto e rilanciato l’idea del consigliere Mantegna.

L'intervento del sindaco

"Discussione proficua - ha commentato il sindaco Falcomatà al termine della riunione - anche sul Recovery Fund, sulla necessità di raddoppiare la quota del 34% del tetto massimo destinato al Mezzogiorno". Un passaggio infine il sindaco Falcomatà lo ha dedicato alla visita del generale Francesco Paolo Figliuolo, raccogliendo le sollecitazioni pervenute anche da diversi consiglieri metropolitani. "I sindaci non sono stati coinvolti, assistendo quasi da spettatori a questa visita. Credo sia un fatto da sottolineare perché se è vero come è vero che i primi cittadini sono i responsabili della salute pubblica allora devono essere coinvolti a pieno titolo in occasioni importanti come queste, che prevedono discussioni sul piano vaccinale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio metropolitano, Falcomatà: "Raddoppiare quota Recovery destinata al sud"

ReggioToday è in caricamento