rotate-mobile
La decisione

Consiglio regionale, legge sale gioco: adeguamento al 31 dicembre 2022

Tavernise capogruppo dei pentastellati: "Grazie all’intervento del M5S oggi la Calabria sulla proroga per slot e gioco d’azzardo ha evitato il peggio"

Nel corso dei lavori del Consiglio regionale della Calabria, la proposta di legge regionale per l'adeguamento delle sale slot e scommesse, definita Legge regionale contro la Ludopatia, risalente al 2018 e proposta dalla commissione speciale contro il fenomeno della ndrangheta, è stata successivamente emendata ed approvata dall'aula. Il termine previsto il prima battuta, che prevedeva l'adeguamento al 31 dicembre 2024, è stato portato al 31 dicembre 2022. Anche in questo caso si è registrato il voto contrario dei partiti di opposizione, De Magistris presidente, Pd, Amalia Bruni (misto) e M5s.

"Il consiglio regionale calabrese tutto deve combattere la piaga dell’azzardopatia e i fenomeni ad esso correlati. Grazie all’intervento del M5S oggi la Calabria sulla proroga per slot e gioco d’azzardo ha evitato il peggio". E' quanto ha affermato Davide Tavernise, capogruppo dei pentastellati.

"La maggioranza di governo, dopo il nostro intervento, ha deliberato l’entrata in vigore della legge contro l’azzardopatia per il 31 dicembre 2022, piuttosto che il 31 dicembre 2024 come aveva inizialmente previsto. Una vittoria che il M5S ha portato a favore delle famiglie calabresi, molte delle quali  hanno vissuto gravemente il problema dell’azzardopatia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale, legge sale gioco: adeguamento al 31 dicembre 2022

ReggioToday è in caricamento