Consiglio comunale, Pazzano chiede la convocazione straordinaria sull'emergenza Covid

Per il neo consigliere di minoranza de La Strada e Riabitare Reggio: "La città non può più aspettare"

Saverio Pazzano

È del tutto evidente che alla situazione sanitaria si sta aggiungendo una "pandemia sociale". Alla luce del nuovo dpcm che rischia di mettere in ginocchio anche molte attività produttive e di aggravare situazioni già di per sé emergenziali nella nostra città.

Saverio Pazzano al suo esordio nelle vesti di consigliere di minoranza ha chiesto con forza la convocazione straordinaria e urgente di un Consiglio comunale. La richiesta è stata accolta dal civico consesso e davanti alla quale il neo eletto presidente Vincenzo Marra si è impegnato ad una prontissima convocazione.

"Adesso non possiamo più aspettare", ha affermato Pazzano che rappresenta il gruppo de La Strada e di Riabitare Reggio, "è chiaro che la questione emergenziale in cui ci troviamo non può essere affrontata semplicemente dal sindaco e dalla sua giunta, ma deve trovare spazio e soluzioni qui, dove sono rappresentate le voci della città, tutte, non solo quelle di una maggioranza eletta ma che non può
rappresentare la vera maggioranza di una città che soffre molte emergenze dentro l’emergenza Covid.

Per evitare che anche a Reggio si verifichino situazioni di seria tensione e per trovare insieme modalità di intervento e soluzioni concrete alle tantissime problematiche cittadine connesse al Coronavirus, occorre che si torni da subito alla centralità del Consiglio comunale e che si costruisca insieme, unitamente alle parti sociali e ai corpi intermedi, una strategia per affrontare il difficile momento.

Questo è l’unico modo di rappresentare Reggio in questa situazione estremamente complessa. Basta coi piccoli gruppi in rappresentanza di se stessi, siano essi di governo o di opposizione. Bisogna cambiare, adesso dobbiamo dimostrare alla città di essere pronti al dialogo e all’ascolto con tutte e tutti. Nessuna task force potrà mai rappresentare tutti quei bisogni che solo questa assemblea può riportare. Si dovrà lavorare insieme anche con gli esperti.

Un Consiglio comunale urgente e straordinario con all’ordine del giorno l’emergenza Coronavirus è l’unico modo di rappresentare le istanze stesse della città. Facciamolo, presto". L’elezione del presidente del Consiglio avvenuta nella stessa giornata consiliare, grazie ancora una volta alla
responsabilità de La Strada, ha avuto proprio questo significato: "Presto, facciamo presto, lasciamo perdere i soliti vecchi equilibri sui nomi, entro dieci giorni si convochi il Consiglio, la città non può aspettare".

Adesso sta al senso di responsabilità del neo eletto presidente accelerare i tempi, come è nelle sue piene funzioni, e a tutti i consiglieri cogliere questa opportunità di rappresentare le sofferenze del territorio e proporre delle soluzioni. Si apre per il Comune una fase nuova e difficile. Siamo certi che un modo diverso e assembleare di affrontarla potrà cambiare il risultato. Saverio Pazzano e La Strada ci sono.

"Il Consiglio comunale straordinario sia anche l’occasione per capire come affronteremo economicamente questo momento, sia l’occasione per parlare anche della situazione finanziaria di Reggio. Ricordo al sindaco l’impegno preso con la città di un audit pubblico sul debito, anche per questo non è tempo di aspettare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Tar Calabria boccia la scelta di Spirlì, per i giudici amministrativi si può tornare in classe

  • Guido Longo verso la Calabria, primo obiettivo: riaprire gli ospedali chiusi

  • Lavori sulla linea ferroviaria jonica, operaio muore nei pressi della stazione di Condofuri

  • Ospedali e Covid, l'allarme di Amodeo: "Asp reggina impermeabile a ogni proposta"

  • Reggio e la Calabria in zona arancione da domenica 29 novembre: ecco cosa cambia

  • Verso il 25 novembre, Maria Antonietta finalmente lascia il Gom e torna a casa

Torna su
ReggioToday è in caricamento