menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Alvaro sede della Città metropolitana

Palazzo Alvaro sede della Città metropolitana

Elezioni metropolitane, il Pd: "Si svolgeranno in sicurezza, non è possibile rinviare"

Il gruppo consiliare democrat: "L'allestimento dei tre seggi dislocati, sulla piana a Palmi, sulla jonica a Locri ed in città a Palazzo Alvaro, è una garanzia assoluta per tutti noi"

"Le elezioni metropolitane si svolgeranno in sicurezza", è quanto assicura il gruppo consiliare del Partito Democratico di Reggio Calabria che in una nota, dopo la querelle di questi ultimi giorni, dichiara: "La democrazia non è un'opzione da esercitare ad intermittenza. La democrazia non può fermarsi di fronte a calcoli politicisti di bassa bottega. La democrazia va avanti e non si blocca. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio metropolitano sono un fatto necessario ed urgente, non rinviabile, soprattutto oggi che ci troviamo ormai a tre giorni dal voto".

Per i rappresentanti democrat "la Città metropolitana di Reggio Calabria ha di fronte a sè degli appuntamenti improcrastinabili, dei veri e propri treni che passano una volta sola e che la nostra comunità politica non può permettersi di perdere. Ci riferiamo ad esempio all'approvazione del bilancio previsionale dell'Ente, la cui scadenza è fissata per il prossimo 31 gennaio, atto fondamentale attraverso il quale fissare le principali linee di sviluppo del territorio metropolitano, su assi strategici come quello della viabilità, della scuola, dell'ambiente.

Ed ancora la cabina di regia per il perfezionamento del recovery plan e la programmazione della spesa delle risorse in esso contenute. Inoltre, non è procrastinabile la grande partita dell'aeroporto dello Stretto Tito Minniti, con la possibilità attuale che la Città Metropolitana entri nella governance della società di gestione per poter incidere concretamente, dall'interno, sulle linee di sviluppo presenti e future dello scalo. Ed ancora il piano per la gestione degli impianti di trattamento dei rifiuti, il circuito delle acque, le urgenze sulla viabilità. 

Tutti aspetti di straordinaria importanza, che necessitano l'urgente composizione di un Consiglio legittimo, operativo, che possa pienamente rappresentare non solo le istanze politiche degli amministratori attualmente in carica, ma soprattutto le necessità evidenziate dai Comuni in un territorio cosi vasto ed eterogeneo che ha il diritto ad essere rappresentato in maniera compiuta". 

Per il gruppo consiliare del Pd "il rinnovo del Consiglio, quindi, di fronte a queste impellenti questioni, è un fatto necessario ed urgente.  A pochi giorni dal voto, inoltre, risulta davvero impensabile rinviare un appuntamento elettorale sul quale sono già state espletate la gran parte delle funzioni propedeutiche. La costituzione dell'ufficio elettorale, la raccolta delle firme, la presentazione delle liste, la procedura di ammissione sulla quale si è perfino espresso il Tribunale amministrativo regionale, sono fatti concreti sui quali non è possibile tornare indietro.

I proclami avanzati a mezzo stampa da certi personaggi, che parlano esclusivamente a titolo personale, alcuni nemmeno appartenenti alla platea dell'elettorato attivo, cioè degli amministratori che hanno diritto al voto nelle prossime elezioni metropolitane, assomigliano tanto alla voce di chi, incapace di confrontarsi sul piano democratico, attraverso l'espressione del voto, spera in un rinvio delle elezioni per meri calcoli politi cisti, strumentalizzando l’emergenza covid rispetto alla quale ben poche azioni sono riusciti ad attuare.

La Città Metropolitana ha già affermato ed illustrato le modalità di espletazione del voto. L'allestimento dei tre seggi dislocati, sulla piana a Palmi, sulla jonica a Locri ed in città a Palazzo Alvaro, è una garanzia assoluta per tutti noi, che le elezioni si svolgeranno in perfetta sicurezza. Ricordando a tutti che si tratta di elezioni di secondo livello, con una platea davvero ridotta, che coinvolge non più di un migliaio di amministratori, distribuiti sui tre seggi suindicati".

E ancora "perché rinviare quindi il momento elettorale? C'è forse qualcuno che non è affatto pronto ad affrontarlo? Il centrodestra, probabilmente, troppo impegnato nella spasmodica rincorsa alla spartizione delle postazioni per le candidature alle prossime regionali, ritiene meno importanti o degne di attenzione le elezioni della Città metropolitana.

A nostro parere, cosi come per la stragrande maggioranza della comunità metropolitana, le elezioni sono l'atto di avvio fondamentale per la piena operatività del Consiglio metropolitano, vanno svolte con urgenza, per consentire a questo Ente di poter espletare, nel pieno delle sue funzioni, e offrire risposte alle esigenze e alle prerogative che il territorio esprime".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento