Danneggiamento scuola a Gioia Tauro, Marziale: "Un affronto al futuro della nostra terra"

Il garante regionale ha comunicato al sindaco Alessio di aver messo a disposizione una somma di mille euro per contribuire al ripristino dei locali scolastici devastati

La scuola elementare don Milani (foto google maps)

Sugli atti vandalici dei soliti ignoti a danno della scuola "Don Milani" di Gioia Tauro, Antonio Marziale, garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione, ha comunicato stamani al sindaco della città, Aldo Alessio, di avere messo a disposizione una somma di mille euro per contribuire al ripristino dei locali scolastici devastati.

"Qualsiasi sia la motivazione di un gesto simile – afferma Marziale - esso rimane un affronto al futuro della nostra terra. Toccare le cose dei bambini significa disprezzare il futuro, significa voler relegare la società in cui si vive sempre più ai margini della civiltà e del progresso. Mettere le mani sulla scuola significa desiderare che l’ignoranza regni sovrana e laddove c’è ignoranza non c’è riscatto, c’è povertà e delinquenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il garante ha espresso al dirigente scolastico, Enzo La Valva, la "più totale solidarietà più l’impegno per una somma di 500 euro per l’acquisto dei libri bruciati ai bambini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiamme gialle rompono una "Catena di Sant'Antonio" truffaldina: scatta sequestro

  • Movida, assembramenti e rischio Covid: il questore chiude un bar del centro per 5 giorni

  • La "scuola mafiosa" di Peppe Crisalli al figlio: "Quando si picchia, si picchia subito"

  • Sigilli della Squadra mobile a bar e aziende riconducibili alle cosche Rosmini e Zindato

  • "Cemetery boss", i nomi degli arrestati: c'è anche il dirigente dei servizi cimiteriali

  • Le mani della 'ndrangheta sul cimitero di Modena e sugli appalti edili in città

Torna su
ReggioToday è in caricamento