Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Pronti a costruire una coalizione forte", Falcomatà al lavoro tra dissesto e comunali | VIDEO

Incontro politico a palazzo Alvaro per accogliere le nuove adesioni al Pd, alla presenza di Nicola Oddari, della segreteria nazionale del partito

 

Nel corso dell'incontro politico, ospitato a Palazzo Alvaro, per accogliere le nuove adesioni al partito di Nicola Zingaretti, il responsabile nazionale Mezzogiorno, Nicola Oddati ha offerto la massima disponibilità del Pd  a Giuseppe Falcomatà: sarà il primo cittadino guidare la coalizione di centrosinistra alle imminenti comunali di primavera. 

Il dissesto

Il sindaco, ai microfoni di ReggioToday, ha sottolineato che sta lavorando per risolvere l’ennesima grana sui conti del comune piovutogli addosso con il debito vantato da Sorical legato agli anni precedenti alla sua amministrazione ed a un contenzioso fra enti per la salinità dell’acqua che sgorgava dai rubinetti dei reggini, e si sta dedicando alla costruzione di una "coalizione forte, che riproponga le candidature dei consiglieri comunali uscenti che hanno dimostrato di lavorare bene".

"Una coalizione - ha proseguito Falcomatà - nella quale il Pd deve riuscire a coinvolgere il partito dei socialisti o i verdi e, soprattutto, tutto il movimento di liste e movimenti civici che potrebbero essere impegnati direttamente". Tutto questo con la sola idea di vincere una sfida che sarà radicale e che registrerà un pesante coinvolgimento dei partiti nazionali e dei loro leader.

L'ufficialità delle adesioni

Ufficializzate le adesioni al partito di Zingaretti. Entrano nel Pd, ll'ex capogruppo de 'La sinistra' in Consiglio regionale della Calabria Giovanni Nucera, l'assessore all'Istruzione del Comune, Anna Nucera (sorella di Giovanni) e il consigliere comunale Filippo Burrone, già candidato precedentemente nella lista civica 'Reset'.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento