rotate-mobile
Speciale elezioni

Weekend election day, anche Reggio Calabria al voto: i preparativi per l'apertura dei seggi

Da mezzanotte è silenzio elettorale. Si vota da questo sabato pomeriggio, era già successo nel 2004, per rinnovare il Parlamento europeo e in 25 comuni anche per le elezioni amministrative

Da mezzanotte è silenzio elettorale. Si è chiusa infatti la campagna per le elezioni europee e per le amministrative, nei comuni chiamati al voto.

Da questa mattina, infatti, nelle scuole scelte, sono iniziati i preparativi per l'apertura dei seggi elettorali.  Gli scrutatori e i presidenti di seggio, secondo le indicazioni della prefettura e dell'ufficio elettorale del Comune, insieme ai rappresentanti dei vari partiti politici, sono arrivati presto per assicurarsi che tutto fosse pronto per accogliere gli elettori. Le operazioni di verifica e allestimento dei seggi hanno incluso il controllo delle liste elettorali, la preparazione delle cabine di voto e l'installazione delle urne.

Alle 15, infatti, scatta l'apertura dei seggi. Le operazioni di voto si svolgeranno oggi sabato 8 giugno, dalle ore 15 alle 23 e domenica 9 giugno, dalle 7 alle 23.

Alla chiusura dei seggi, domenica notte, inizierà lo spoglio delle schede per le europee mentre lo spoglio per le amministrative inizierà lunedì 10 alle ore 14.

Il ritorno del voto al sabato

Sembra una stranezza il voto di sabato pomeriggio. Gli italiani, infatti, sono abituati ad andare a votare generalmente nelle giornate di domenica e lunedì. Questa volta invece si voterà appunto sabato e domenica. Ma non è una novità. Era già successo nel 2004, quando fu introdotto per la prima volta in Italia, per il voto europeo e amministrativo del 12 e 13 giugno.

Una scelta questa che ritorna dunque dopo vent'anni e che è collegata al fatto che si tratta di elezioni europee, quindi si vota in 27 paesi. Il Parlamento Europeo, con una direttiva Ue, ha previsto per le elezioni europee la fine delle operazioni entro il 13 giugno. Il tutto per non avere un risultato che arrivi a scaglioni. 

I seggi per il Parlamento europeo

L'Italia è chiamata a eleggere 76 componenti nel Parlamento Europeo. Le regioni italiane sono state divise in 5 circoscrizioni. L'Italia meridionale, composta degli elettori di Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria, è inserita nella quarta circoscrizione con l'assegnazione di 18 seggi. 

Si vota per scegliere il sindaco in 25 Comuni del Reggino

Non solo elezioni per il parlamento di Strasburgo, quindi, ma anche per le amministrative. Sono 25 infatti i Comuni nel Reggino chiamati al voto per il rinnovo del consiglio comunale.

I Comuni chiamati al voto oggi e domaniAgnana Calabra, Ardore, Bagaladi, Benestare, Bivongi, Bova Marina, Canolo, Cardeto, Cittanova, Feroleto della Chiesa, Gerace, Gioia Tauro, Laureana di Borrello, Martone, Monasterace, Oppido Mamertina, Portigliola, Riace, Rizziconi, Roccella Ionica, San Giovanni di Gerace, Sant’Alessio in Aspromonte, Sant’Ilario dello Ionio, Scido, Stignano. 

Il rischio astensionismo

C'è però il rischio astensionismo che agita i partiti, soprattutto al Sud e a Reggio in particolare, dove negli anni passati la percentuale delle persone non andate a votare è stata elevata.

Solo il 41% dei cittadini europei – dice l’Eurobarometro della Commissione Ue – ha del Parlamento di Strasburgo una visione positiva. Percentuale che in Italia sale fino al 45%. Eppure solo il 47% degli italiani crede sia importante recarsi alle urne, contro il 53% del resto della Ue, e solo il 49% vota sempre, contro il 58% della media Ue.

Alle europee del 2019 in Italia andò a votare il 54,5% degli elettori e adesso la paura è che si possa scendere sotto la soglia del 50%. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend election day, anche Reggio Calabria al voto: i preparativi per l'apertura dei seggi

ReggioToday è in caricamento