Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ballottaggio comunali, Matteo Richetti: "Questa città non ha bisogno di urlatori" | VIDEO

Il senatore di Azione in riva allo Stretto per sostenere Giuseppe Falcomatà nella corsa decisiva con Antonino Minicuci

 

richetti 1-2“Reggio Calabria non ha bisogno di un urlatore di qualunque natura, di qualunque specie, di qualunque appartenenza, questa città ha bisogno di amministratori giovani e preparati come Giuseppe Falcomatà”. Matteo Richetti (nella foto con Carmelo Versace e Giuseppe Falcomatà), senatore e cofondatore di “Azione”, dalla città dello Stretto chiama all’appello i reggini, gli elettori indecisi, in vista del ballottaggio del quattro e cinque ottobre prossimi venturi e manda un messaggio chiaro a Matteo Salvini e alla Lega. "Falcomatà, i giovani che si sono radunati atttorno a lui, sono la vera risorsa di questa città".

Quello con il secondo turno è appuntamento con le urne che è una novità assoluta per la città dello Stretto e che potrebbe rappresentare un momento di svolta concreta per Reggio Calabria ed i suoi cittadini. Una città che potrebbe cambiare il suo volto grazie ai fondi del Recovery Fund, grazie alle sovvenzioni che arriveranno dall’Europa.

E Matteo Richetti, con disinvoltura emiliana e caparbietà di giovane amministratore comunale prima che di senatore della Repubblica, ha messo da parte discussioni e incomprensioni, prima sostenendo direttamente la corsa di Giuseppe Falcomatà verso la riconferma a Palazzo San Giorgio inserendo un suo uomo: Carmelo Versace in una delle civiche del sindaco e, dopo, scegliendo di scendere in Calabria per metterci la faccia: “senza scappare come, invece, sta facendo Matteo Salvini”.

Infrastrutture, ponte sullo Stretto, lotta alla criminalità organizzata, misure per favorire la crescita del lavoro, attenzione alle fasce più deboli della popolazione. Matteo Richetti, che era accompagnato dal coordinatore regionale di "Azione" Francesco Madeo e da quello reggino Francesco Comi, nel suo intervento presso il Comitato centrale di Giuseppe Faocomatà, rispondendo alle domande dei giornalisti ha spaziato su tanti temi di attualità politica e amministrativa.

Rispondendo ad una domanda sulla necessità o meno di arrivare alla costruzione dell’attraversamento stabile dello Stretto, il cofondatore di “Azione” a Reggio Calabria anche per salutare l'ingresso in consiglio comunale di Carmelo Versace, ha detto chiaramente: “Secondo me sono fondamentali le opere infrastrutturali, ma è necessario fornire alle imprese i servizi minimi per poter investire al Sud”.

E, infine, sulla ‘ndrangheta: “Io penso che non esistano zone franche, non penso che il problema non esista, ma sono convinto che l’idea della presenza dell’esercito per risolvere questi problemi non possa essere la soluzione a questo problema. Credo che ci sia bisogno di amministratori preparati e capaci di bloccare la crescita di zone d’ombra”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Potrebbe Interessarti

Torna su
ReggioToday è in caricamento