Politica

Fotomontaggio hard contro la Marcianò: "Vergognatevi, bassezze vili e luride"

La candidata a sindaco ha denunciato l'accaduto alla polizia postale prima di "urlarlo" in piazza Camagna durante un incontro elettorale con i cittadini

Angela Marcianò

"Oggi è successa, e lo voglio urlare, una cosa ignobile. Su Whatsapp girava una mia foto, un fotomontaggio, a dir poco pornografico. Adesso lo urlo alla città, alle femministe e ai garanti che finanche sono arrivati a strumentalizzare la foto con il bimbo in braccio, mio figlio, che strumentalizzavo per avere un voto in più". 

E' un fiume in piena la candidata a sindaco Angela Marcianò. Dal palco di piazza Camagna, nel corso di un confronto con i cittadini, denuncia una brutta pagina della campagna elettorale e incalza: "Adesso voglio vedere le femministe cosa diranno, che c’è un candidato donna, forte, credibile, che deve subire pure un fotomontaggio fatto da gente ignobile. Vergognatevi, scendete a queste bassezze vili, luride. Noi queste cose le denunceremo sempre, ma sappiatelo, questa gente ci combatte così, anche con i fotomontaggi.

Pensate, era una semplice foto di un mio discorso nel mio paese, a Villa San Giuseppe, dove ero commossa perchè parlavo davanti a tutti i ragazzi che si sono cresciuti insieme a me. Questa cosa l'abbiamo denunciata alla polizia postale ed io la urlo non la nascondo". 

"Sono felice - ha affermato la giuslavorista - che ci sia questa paura, attaccatteci, continuate, inventatene anche un’altra. C’è una differenza tra noi e voi: noi siamo liberi, non abbiamo padroni. C’è una differenza abissale, un gap che non recupererete mai e poi mai".

La candidata ed ex assessore ai lavori pubblici della giunta Falcomatà è sostenuta nella sua corsa alla conquista di Palazzo San Giorgio da quattro liste: Fiamma Tricolore, Identità reggina, Per Reggio Città metropolitana e In marcia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fotomontaggio hard contro la Marcianò: "Vergognatevi, bassezze vili e luride"

ReggioToday è in caricamento