rotate-mobile
I risultati

Elezioni amministrative nei Comuni della provincia di Reggio Calabria: ecco i sindaci eletti

A Gioia Tauro, Comune tra i grandi del territorio, si andrà al ballottaggio. In questa tornata elettorale si è votato in 25 Comuni della Città metropolitana

Si è completata la rosa dei 25 sindaci che andranno a guidare i Comuni del territorio metropolitano di Reggio Calabria, chiamati alle urne nella trascorsa tornata elettorale europea e amministrativa.

Dopo la vittoria dei primi cittadini, registrati già nel pomeriggio di ieri, a seggi ancora aperti, incubo quorum sorpassato, ecco il verdetto finale decretato dalle operazioni di spoglio che ha avuto inizio nel pomeriggio.

Agnana Calabra, dopo 20 anni, torna a sedersi sulla poltrona da sindaco, Giuseppe Cusato (240 voti) che ha abbattuto il quorum con la lista "Uniti per Agnana".

La sfida di Ardore è vinta da Giuseppe Campisi che con 1.689 voti lascia indietro lo sfidante Gianfranco Sorbara, lista "Ardore Domani", 1.168 voti. Il neo sindaco, sostenuto dalla lista "Insieme per Ardore".

Riconferma per Santo Monorchio, sindaco di Bagaladi, 466 voti, è al suo terzo mandato consecutivo con il sostegno della lista "Fare per Bagaladi".

Domenico Mantegna, amministratore uscente di Benestare, ha centrato l'obiettivo. Con 925 voti manda al tappeto lo sfidante Daniele Nastasi, lista "Per Benestare" (605 voti). A sostegno del neo sindaco la lista "Benestare Unita - La Ginestra".

C'è anche una donna tra i neo sindaci del Reggino. Grazia Zaffino è eletta prima cittadina di Bivongi con 487 voti, sostenuta dalla lista "Il paese che vorrei - Rinnovamenti". L'avversario Ernesto Franco, lista "Bivongi comunità attiva", cede il passo con 267 voti. 

A Bova Marina, la corsa alla successione del sindaco uscente Saverio Zavettieri è vinta da Andrea Zirilli, 1.316 voti, con la lista "Cambiamo Bova Marina". La sfidante Daniela Iiriti, lista "Bova Marina progetto futuro", ha raccolto 919 voti. E' festa a Canolo per Francesco Larosa, 332 voti, che da vicesindaco si laurea primo cittadino del Comune jonico, supportato dalla lista "Uniti per valorizzare Canolo".

A Cardeto continuerà a fare la sindaca Daniela Arfuso, 677 voti, sostenuta dalla lista "Uniti per Cardeto". Mentre la contesa a quattro candidati nella città di Cittanova è stata conquistata da Domenico Antico, 2.114 voti, con la lista "Uniamo Cittanova". Gli avversari Domenico Bovalino, lista "Spazio civico Cittanova", voti 1.459, Alessandro Cannatà, lista "Per Cittanova", voti 1.211, e Anselmo La Delfa, lista "Cittanova Civica", voti 628 .

Ritorna sullo scranno da sindaco di Feroleto della Chiesa, Antonio Tranquilla, lista "Progetto Futuro". Per il primo cittadino 565 voti contro i 503 dello sfidante Antonino Fiorello, lista "Nuova Svolta". 

Il sindaco di Gerace, borgo dello sparviero, è Rudi Lizzi, 991 voti, sostenuto dalla lista "Con voi per Gerace". Per il contendente Salvatore Galluzzo, lista  Rinnovamento Geracese", 625 voti.

Gioia Tauro andrà al ballottaggio domenica 23 giugno e lunedì 24 giugno. In campo per la poltrona di sindaco, sono rimaste due donne: Mariarosaria Russo, liste civiche, 3.565 voti - 35,43%, e Simona Scarcella, centrodestra, 3.946 voti - 39,21%. Nella sfida per il Comune tra i più grandi del territorio metropolitano hanno lottato anche altri due candidati Renato Bellofiore, liste civiche, 760 voti - 7,55% e Rosario Schiavone, sostenuto dal movimento Alleanza Gioiese, 1.792 voti - 17,81%. Scrutinate sezioni 20/20 dati sito Eligendo del ministero dell'Interno.

A Laureana di Borrello c'è la riconferma del sindaco uscente Alberto Morano, 1.785 voti, lista "Continuità e futuro per Laureana". Eleonora Palmieri, lista "Uniti per il progresso", si ferma con 1.038 voti. L'attesa sfida di Martone è del sindaco uscente Giorgio Imperitura, lista "Insieme per Martone". Il primo cittadino incassa 180 voti contro i 122 di Nicola Limoncino, lista "Uniti per Martone".

Carlo Alberto Murdolo, invece, è il neo sindaco di Monasterace che registra 1.021 voti, con il sostegno della lista "Adesso per Monasterace". Gli altri due contendenti, Alessandro Zannino, lista "Monasterace al centro", 807 voti, e Palmiro Spanò, lista "Mo si cambia", 211 voti.

A Oppido Mamertina, la poltrona da sindaco va a Giuseppe Morizzi, lista "Aria Nuova". Il neo primo cittadino con 1.572 voti batte il sindaco uscente Bruno Barillaro, lista "Ogni giorno insieme per Oppido", 1.041 voti, e Margherita Mazzeo, lista "Oppido Futura", 412 voti.

Dopo due anni di commissariamento per infiltrazioni mafiose, Portigliola sarà guidata dal sindaco Rocco Luglio, 389 voti, lista "Nuove prospettive". L'avversario Pasqualino Panetta, lista "Il domani è il nostro impegno", raccoglie 299 voti.

Nel borgo dell'accoglienza di Riace torna a indossare la fascia tricolore Domenico Lucano che ha anche conquistato lo scranno alle europee. I voti sono 509 per il sindaco sostenuto dalla lista "Riace guarda il sole". Gli sfidanti, Francesco Salerno, lista "Riace protagonista", 384 voti, e per sindaco uscente Antonio Trifoli, lista "Riace verso il futuro", 206 voti.

A Rizziconi la spunta l'uscente Alessandro Giovinazzo, 2.542 voti, con la lista "Avanti Rizziconi". L'aspirante sindaca Teresa Collufio, sostenuta da "Rizziconi c'è", si ferma con 1.777 voti.

Il candidato Nicola Iervasi, lista "Roccella in Comune", 336 voti, non è riuscito nell'intento di spodestare il sindaco uscente di Roccella Jonica, Vittorio Zito, che sostenuto dalla lista "Roccella prima di tutto" ha conquistato il consenso con 3.214 voti. 

La contesa a due nel Comune di San Giovanni in Gerace viene vinta da Antonio Barillaro, lista "Radici e futuro", 161 voti, per Antonio Galluzzo, lista "Per il futuro di San Giovanni", 140 voti. Entrambi alla loro prima candidatura a primo cittadino. 

Fascia tricolore a Sant'Alessio in Aspromonte per Francesco Marra, lista "Il Tiglio", 162 voti contro i 9 di Pietro Cartellà, lista "Tre Spighe". Supera il confronto con il quorum anche il sindaco uscente di Sant'Ilario dello Jonio, Pasquale Brizzi, 692 voti. Tornerà a guidare l'Amministrazione comunale per la quarta volta. Il primo cittadino è sostenuto dalla lista "Forza Sant'Ilario". 

Missione compiuta anche per il primo cittadino Giuseppe Zampogna, 450 voti, che ha colpito nel segno. Andrà a guidare il Comune di Scido per il quarto mandato consecutivo con il sostegno dei candidati consiglieri della lista "Nuovo orizzone scidese". Vittoria a Stignano per il sindaco uscente Giuseppe Trono, 500 voti, del piccolo borgo della Locride. Quorum abbattuto con la lista "Pro Stignano".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni amministrative nei Comuni della provincia di Reggio Calabria: ecco i sindaci eletti

ReggioToday è in caricamento