rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Europee 2024

Elezioni, Falcomatà e Vaccaro in visita ai seggi: auguri di buon lavoro e rammarico per le rinunce

I rappresentanti delle istituzioni hanno ringraziato i componenti delle commissioni; il sindaco auspica un aumento dei compensi

E' ufficialmente iniziata la competizione elettorale e prima dell'inizio delle operazioni, alle ore 15, il sindaco Giuseppe Falcomatà ha voluto visitare tre seegi insieme alla prefetta di Reggio Calabria, Clara Vaccaro.  I rappresentanti delle istituzioni cittadine hanno ringraziato presidenti, segretari e scrutatori insediati nelle scuole Principe di Piemonte, Edmondo De Amicis e Carducci Da Feltre per quello che, con senso civico, faranno in questi due giorni, e hanno augurato loro un buon lavoro in occasione dell'apertura delle operazioni di voto.

Nel corso della visita ai seggi il sindaco ha evidenziato che c'è da rilevare, ancora una volta, cosi come sta accadendo praticamente in tutta Italia, un grande numero di rinunce al ruolo di presidente e di scrutatore. Al di là della necessità di comprensione del dovere civico a svolgere questo tipo di funzioni, è evidente, secondo il primo cittadino, che c'è un problema di compenso che si aggira attualmente intorno ai 3,5 euro o 4 euro all'ora. Compenso che, secondo il primo cittadino, andrebbe necessariamente aumentato con un ritocco normativo a livello nazionale. Il sindaco ha concluso con l'auspicio di una buona affluenza alle urne, in considerazione delle tante tessere rinnovate elettorali già nelle giornata di venerdì.

Il video della visita e il messaggio del sindaco Falcomatà 

Un saluto doveroso, secondo la prefetta, che ha sottolineato che il compito dell'ufficio di sezione elettorale è fondamentale, una attività senza la quale le elezioni non potrebbero svolgersi e quindi coloro che lo fanno vanno ringraziati, perchè svolgono un lavoro di responsabilità che va messo in evidenza. 

La prefetta si è anche detta rammaricata per le rinunce, tutte sopperite dalle liste di riserva durante la mattinata, anche per via del fatto che proprio la Prefettura, in collaborazione con altri enti tra cui il Comune di Reggio Calabria, aveva organizzato un corso per preparare i presidenti di seggio al quale avevano partecipato più di cento persone, tra i quali tantissimi giovani che però successivamente non hanno dato disponibilità a ricoprire il ruolo di presidio dei seggi.

Il voto di Falcomatà alle europee 2024

Al termine del tour dei seggi elettorali, Falcomatà ha votato nella sua sezione, la numero 12 della scuola Vittorino Da Feltre. Dando l'esempio contro il fenomeno dell'astensionismo che affligge in modo particolare il territorio calabrese, il sindaco ha compiuto le operazioni di rito e dopo aver espresso la sua scelta ha deposto la scheda nell'urna. 

La nota: "Operazioni di voto avviate in regola, rimediando con puntualità alle defezioni"

Al di là del dispiacere espresso da sindaco e prefetta per le sopravvenute rinunce, le operazioni di voto a Reggio sono state avviate in modo regolare e con puntualità. Con una nota, l'amministrazione comunale ha inteso rassicurare la cittadinanza poiché ogni problematica è stata risolta nell’immediatezza. L'ente, si afferma nella nota, "ha proceduto alle nomine dei presidenti di seggio nel rigoroso rispetto dei termini di legge. Tuttavia, ha dovuto far fronte ad alcune rinunce, parte delle quali giunta proprio nelle ore antecedenti all’apertura dei seggi, nonché a mancate presentazioni dei soggetti designati negli orari prestabiliti".

Condotte, si sottolinea dall'amministrazione," deplorevoli da parte di chi assume l’impegno di prestare un servizio di particolare importanza come quello della presidenza dei seggi". Ciononostante, gli uffici comunali, lavorando alacremente ed in costante sinergia, sono riusciti a sopperire nel migliore dei modi alle defezioni improvvise registratesi, assicurando l’ordinato inizio del voto, grazie alla professionalità che contraddistingue dirigenti e dipendenti. "Tutti i presidenti di seggio nominati - si precisa - risultano pienamente aderenti ai requisiti richiesti dalla legge e sono stati individuati nel pieno rispetto dei termini indicati in casi come quelli verificatisi". 

Per questo l’Amministrazione respinge ogni notizia "allarmistica e destituite di fondamento, che ingenera nella cittadinanza il timore che le operazioni di voto possano essere viziate da qualsivoglia irregolarità o improvvisazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Falcomatà e Vaccaro in visita ai seggi: auguri di buon lavoro e rammarico per le rinunce

ReggioToday è in caricamento