rotate-mobile
Il post voto

Forza Italia analizza il voto e festeggia Giusi Princi, Cannizzaro: "E' il risultato di un grande lavoro di squadra"

Adesso il governatore Occhiuto dovrà scegliere un nuovo nome per la vicepresidenza della Regione ma dice "sarà l'occasione anche per liberarmi di alcune deleghe"

È il giorno del ringraziamento per Giusi Princi e la sua squadra di Forza Italia. Nella segreteria politica a Reggio Calabria ecco che la neo eletta al Parlamento europeo Princi, più di 86 mila voti raggiunti, affiancata come sempre dal coordinatore regionale onorevole Francesco Cannizzaro e dal governatore della Calabria Roberto Occhiuto, ha chiamato a raccolta la stampa per fare un'analisi del voto di sabato e domenica scorsi. 

Ancora una volta Forza Italia si presenta in gran completo, ci sono i rappresentanti di tutta la Calabria per questo momento e lei, la neo eletta, ribadisce con forza che la vittoria è della squadra, del grande lavoro che è stato fatto su tutto il territorio. 

Un dato questo che rimarca anche Francesco Cannizzaro nel suo doppio ruolo di coordinatore regionale del partito e di deputato: "Siamo una squadra senza eguali in Italia, lo dico senza timore di smentita. Risultato delle elezioni eccezionali, in Calabria abbiamo raggiunto il18%, siamo più che orgogliosi. Il nostro leader Antonio Tajani in Calabria è il più votato in tutta Italia".

Roberto Occhiuto, prima di dare la parola all'eurodeputata, ecco che ci tiene a ringraziare tutti per il lavoro fatto e soprattutto Giusi Princi per quanto fatto alla Regione, nel suo doppio ruolo di assessora e vicepresidente. "Sono felice e orgoglioso di avere avuto accanto Giusi in questi due anni di lavoro alla presidenza".

Non nasconde l'emozione Giusi Princi e afferma: "Mi sembra strano essere chiamata onorevole. Mi dispiace lasciare la vicepresidenza, per andare a Bruxelles ma qui ho imparato la politica del fare, della concretezza che è stata apprezzata dalla Calabria. In Europa porterò un progetto che abbiamo sposato".

Poi aggiunge: "Io vengo dal mondo della scuola, dalla società civile e mi sono iscritta a Forza Italia da poco, al di là dell'affetto per il coordinatore Cannizzaro, in due anni e mezzo accanto al governatore Occhiuto ho potuto apprezzare la politica della concretezza e questo adesso porterà in Europa.

In questi mesi abbiamo girato la Calabria e abbiamo incontrato la gente, è stata una campagna, con uno stress disumano, ma dove si è parlato di temi caratterizzanti. Il cuore della gente è stato con noi e si è ritrovato nel progetto che abbiamo portato. 

Per questo posso dire di essere soddisfatta della campagna che abbiamo fatto, una campagna che è stata vincente grazie al lavoro forte di squadra che è stato messo in campo. 

Grazie a ciascuno di voi, - conclude Princi rivolta ai suoi amici di partito - ma anche alla stampa che ci ha seguito con correttezza e precisione,  e permettetemi di ringraziare anche il mondo della scuola,  perché è importante l'istruzione che deve essere il vero ascensore sociale del cambiamento". 

Nella salone della segreteria, in via Quartiere Militare, ecco che arrivano forti le parole del coordinatore regionale onorevole Francesco Cannizzaro. Dice rivolto al governatore Occhiuto: "Ci siamo riuniti, in tua assenza, e abbiamo deciso e ti obblighiamo alla tua ricandidatura alla Regione". La platea applaude e sono tutti uniti nel sostenere Occhiuto. 

Alla Regione arriverà un nuovo vicepresidente

Ma adesso per il governatore c'è anche da pensare allo spazio che lascia Giusi Princi in giunta, c'è da nominare un nuovo vice presidente. 

"Fino alla proclamazione - spiega Occhiuto - Giusi resta in carica alla Regione, poi c'è l'incompatibilità della carica e quindi mi tocca scegliere un nuovo vice.  Al momento non ci sono nomi già scelti o individuati. Sarà anche l'occasione per liberarmi di alcune deleghe che ancora ho nelle mie mani ma che ho deciso di tenere perché erano questioni delicate, come i lavori pubblici o gli aeroporti calabresi, macro questioni che era più utile che affrontasse direttamente il presidente. Adesso queste si stanno concludendo e quindi potrò lasciare queste deleghe.

Adesso parlerò con i partiti, come è giusto, che compongono la mia colazione, Fratelli d'Italia, Lega, sia con i dirigenti nazionali che locali. Non ci sono particolari problemi. Il mio modo di procedere è quello di trovare i profili giusti, l'esperienze e le competenze per farlo". 

Poi l'attenzione si sposta sul Comune di Reggio Calabria e alla domanda se Giusi Princi potrà essere il nuovo sindaco reggino, subito il coordinatore regionale Cannizzaro replica: "Non abbiamo nomi. Giusi adesso è in Europa. Quando sarà il tempo affronteremo la questione, parleremo con i nostri alleati e vedremo" ma è certo come ha evidenziato Occhiuto che: "Quando arriverà il tempo per il centro destra di scegliere il candidato per il sindaco a Reggio Calabria, noi non ce lo faremo indicare, abbiamo la forza di scegliere il nostro candidato perché siamo il partito più forte". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia analizza il voto e festeggia Giusi Princi, Cannizzaro: "E' il risultato di un grande lavoro di squadra"

ReggioToday è in caricamento