Verso il voto

Elezioni europee, tappa finale a Reggio Calabria per Elly Schlein

Sanità, lavoro, ponte sullo Stretto, infrastrutture e autonomia al centro dell'intervento della segretaria nazionale del Pd sul palco della centralissima piazza Camagna a conclusione del tour nella regione

Elly Schlein ha concluso a Reggio, con la tappa numero 94, il suo tour elettorale in Calabria in vista delle ormai imminenti elezioni europee dell'8 e 9 giugno. La segretaria nazionale del Partito democratico, dopo gli incontri a Lamezia, Catanzaro e Corigliano-Rossano, in serata ha raggiunto la città dello Stretto per il comizio finale nella centralissima piazza Camagna.

Sul palco, presenti il segretario regionale Nicola Irto, il sindaco Giuseppe Falcomatà, Jasmine Cristallo, Lucia Annunziata, Luigi Tassone, candidati alle europee nella lista dei Dem per la circoscrizione Sud. Presenti anche numerosi dirigenti cittadini.

La leader del Pd si è soffermata sulla "riforma sbagliata dell'autonomia differenziata", circumnavigando le problematiche legate al mondo della scuola e del lavoro, la protezione dei più deboli con maggiori risorse per le persone anziane, soprattutto per quelle non autosufficienti, e di conseguenza la necessità di una legge nazionale per i caregiver, per poi ribadire a chiare lettere, "il Partito democratico difenderà la sanità pubblica universalistica dai tagli e dalla privatizzazione". 

"Anche in questo viaggio - ha affermato Elly Schlein - abbiamo incontrato, fermandoci in diverse tappe, persone che ci hanno consegnato la preoccupazione su una sanità che sta collassando. Ci sono ospedali dove lavorano, dove manca tutto, mancano i servizi, mancano gli strumenti tecnologici, questo vuol dire lasciare la Calabria in una situazione invivibile dal punto di vista delle cure. Molti tagli a questa sanità pubblica, a cui noi ci stiamo opponendo - ha aggiunto la segretaria - con una legge che chiede più risorse per la sanità e un piano straordinario di assunzioni".

Poi il passaggio sulle infrastrutture: "Oggi abbiamo fatto una scelta, abbiamo deciso di attraversare tutta la Calabria, dall'estremo Nord, per raggiungere la punta Sud, qui a Reggio. L'abbiamo fatto per un motivo preciso, fermarci tra la gente, ascoltare le preoccupazioni, toccare con mano le difficoltà, sul versante delle infrastrutture che mancano.

E' incredibile - ha aggiunto la segretaria dem - che questo governo, come unica infrastruttura in manovra, abbia messo l'inutile e dannoso ponte sullo Stretto quando mancano le strade, le autostrade, ci sono cantieri in attesa di essere fatti o conclusi da anni e manca una buona mobilità ferroviaria. E' su questo che vorremmo investire, è su questo che ci batteremo anche in Europa, perchè non ci siano cittadini di serie A e di serie B per quanto riguarda il diritto alla mobilità".

"La criminalità toglie opportunità": la vicinanza per l'incendio al campo sportivo di Catona

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni europee, tappa finale a Reggio Calabria per Elly Schlein
ReggioToday è in caricamento