rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Elezioni politiche

Politiche, Brugnaro: "In Calabria occorre finire le grandi opere"

Questa mattina il presidente di Coraggio Italia e sindaco di Venezia, in rappresentanza della coalizione politica Noi moderati, ha incontrato la stampa ed i simpatizzanti sul lungomare Falcomatà

Mancano solo tredici giorni all'appuntamento con il voto. Il 25 settembre, gli italiani, i calabresi si recheranno alle urne per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica La macchina elettorale è in pieno fermento ed i leader dei vari partiti in corsa per uno scranno a Palazzo Madama e Montecitorio sono in tour anche nel nostro territorio.

Questa mattina Luigi Brugnaro, presidente di Coraggio Italia e sindaco di Venezia, in rappresentanza della coalizione politica Noi moderati, ha incontrato la stampa ed i simpatizzanti sul lungomare Falcomatà di Reggio Calabria.

"Noi moderati - ha detto Brugnaro alla Dire - riteniamo probabile che il centrodestra vincerà e governerà il Paese. Essendo molto radicati in Calabria e in generale in altri territori, è probabile che riusciremo a portare avanti le reali necessità. Qui oltre ai grandi discorsi sui grandi futuri, che poi non si vedono mai - ha aggiunto -, dobbiamo pensare ai bambini, ai territori, alla gente che ha necessità attuali". 

E ancora "oltre ai grandi discorsi - ha evidenziato - occorre finire le grandi opere che si stanno facendo in Calabria, soprattutto bisogna portare la dorsale informatica che consente di avere la connettività, e garantire ai bambini di oggi di avere un futuro in questa regione. È un concetto che vale per tutti a maggior ragione al Sud. La Silicon valley è stata realizzata in una valle, e voi - ha concluso - avete le valli, avete i cervelli, i genitori di oggi devono pensare a un futuro per i prossimi vent'anni, non alla convenienza dell'amico che promette e basta".

Coraggio Italia punta a radicarsi sul territorio

"Coraggio Italia si è alleato con gli altri per una sfida nazionale, noi sappiamo che è un inizio, non abbiamo un'ambizione di traguardo, ma pensiamo invece di iniziare un consolidamento e l'abbiamo già fatto presentandoci alle elezioni regionali. Come Coraggio Italia in Calabria abbiamo preso il 5,7%, Lupi ha preso il 4%. Non so quale sarà il risultato che i calabresi decideranno - ha aggiunto Brugnaro - però ci sentiamo una forza del centrodestra, radicata sui territori anche qui in Calabria, che vincerà le elezioni. Nei prossimi giorni - ha concluso - verranno Giovanni Toti e gli altri. Dalla capacità di ascolto dei territori ripartirà lo sviluppo dell'Italia".

Reddito di cittadinanza: "Non abolire ma modificare"

Sul reddito di cittadinanza il presidente di Coraggio Italia e sindaco di Venezia ritiene "che non debba essere abolito, ma modificato, oggi costa 10 miliardi di euro all'anno. Lasciamo 3 miliardi per sostenere le persone che hanno problemi davvero, che non riescono a lavorare o per le persone che perdono il lavoro senza una loro colpa. I sette miliardi che restano diamoli ai giovani sotto i trent'anni, togliendo tutte le tasse e contributi, in maniera tale che a un lavoratore dipendente sotto i trent'anni, i contributi figurativi li paga lo Stato e gli altri finiscono nelle buste paga". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politiche, Brugnaro: "In Calabria occorre finire le grandi opere"

ReggioToday è in caricamento