rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politiche 2022

Bollette, Saccomanno: "Nessun intervento serio del governo Draghi"

Ultimo giorno di campagna elettorale. Il commissario regionale Lega Calabria: "PD e M5S non pervenuti"

"Le aziende chiudono, le famiglie rimangono al buio, i lavoratori vengono mandati a casa e il governo Draghi non assume nessun intervento serio e adeguato. Una mancetta per qualcuno che, però, non cambierà nulla e, anzi, aggraverà la situazione essendo decorse settimane intere senza alcun provvedimento strutturale. Le aziende cominciano a chiudere la produzione non potendo sopportare aumenti spropositati che, a volte, superano di cinque volte quelle precedenti".

E' quanto afferma Giacomo Francesco Saccomanno, commissario regionale Lega Calabria, che continua: "Dopo Callipo anche Colacchio, presidente di Confindustria Vibo, assume provvedimenti drastici per evitare che il costo dell’energia possa travolgere la propria azienda. Eppure, la Calabria produce energia che esporta! Sul punto bisogna fare chiarezza e rivedere le concessioni e la mancanza di ritorni per le popolazioni calabresi. Un disastro che, certamente, colpirà l’intero settore e che, a parte la Lega, non ha visto protagonisti attivi gli altri partiti.

Bisogna, però, avere il coraggio di iniziative forti come quella di riaprire immediatamente i circa 170 pozzi chiusi dalla sinistra e che potrebbero a breve sollevare l’Italia da tale condizione di estrema gravità. Il centrodestra, che vincerà la competizione elettorale, assumerà da subito iniziative forti, che potranno garantire il contenimento dei costi energetici e consentire alle aziende ed alle famiglie di poter sopportare questi. Grazie all’unità di questa coalizione ed a un programma serio e sostenibile l’Italia può avere una speranza di rilancio e, quindi, consentire la ripresa di una dovuta e corretta normalità".     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette, Saccomanno: "Nessun intervento serio del governo Draghi"

ReggioToday è in caricamento