rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Politica

Elezioni regionali, Jole Santelli è la nuova governatrice della Calabria: trionfo azzurro

Come previsto dai sondaggi, è il centrodestra a spuntarla sul Pd, M5S e liste indipendenti. La candidata azzurra, prima donna a guidare la Regione, conquista il 55,29% dei consensi

Jole Santelli è la nuova presidente della Calabria. Stravince contro i suoi avversari con il 55,29% dei consensi. Confermati i sondaggi che davano la coalizione di centrodestra favorita in questa tornata elettorale.

Ore 01.29

Lo spoglio è ancora in corso ma exit poll e proiezioni la danno al 50,9%, in vantaggio di 20 punti sul candidato del centrosinistra Pippo Callipo, dato al 31,3%. Carlo Tansi (civicO) è al 10,6% mentre Francesco Aiello (M5S) al 7,2%. Alla candidata azzurra non serve nemmeno attendere l’ufficialità per essere incoronata nuova governatrice della Regione. 

La presidente vince e festeggia ballando la tarantella

Rompendo l’etichetta, la Santelli, ha commentato con un filo di voce: “Di solito si aspetta la notte per commentare i dati, ma sono dati enormi. Dedico questa vittoria ai miei genitori, ai miei nipoti che, come molti ragazzi e giovani, devono sperare di poter tornare a vivere in questa terra.

E infine, ma non ultimo, all’uomo che mi ha permesso di fare della politica la mia vita”. Sovrapponendosi alla flebile voce della Santelli, Silvio Berlusconi interviene al telefono per congratularsi con la donna che “è l’emblema e del riscatto del Sud che tornerà ad eccellere”.

Le dichiarazioni e lo spoglio in diretta

Ma chi è il primo governatore donna della Calabria?

Nata a Cosenza nel’68, di professione avvocato, Jole Santelli ha da sempre una forte passione per la politica. E' al fianco di Silvio Berlusconi fin dalla prima ‘ora’,  quando nel 1994, il Cavaliere fondò Forza Italia. Dal giugno 1996 ha iniziato a collaborare con l’ufficio legislativo del gruppo di Forza Italia a Palazzo Madama.

Fin dal 2000, coordina il dipartimento giustizia del partito azzurro, per due volte ha ricoperto il ruolo di sottosegretario di governo. Parlamentare di lungo corso, è entrata alla Camera per la prima volta nel 2001 e da allora è sempre stata rieletta nelle successive consultazioni.

È  stata sottosegretaria alla giustizia durante il secondo governo Berlusconi, dal 2001 al 2006 e a al lavoro e politiche sociali  nel governo Letta nel 2013. Nella corrente legislatura ricopre l'incarico di vicepresidente della prima commissione affari costituzionali, della presidenza del consiglio e degli interni e di vicepresidente della commissione parlamentare antimafia.

La scelta

Nella scelta del candidato del centrodestra in vista delle elezioni regionali 2020, in uno dei tanti vertici tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, si è deciso che sarebbe stata Forza Italia a indicare il nome del candidato in Calabria. Quando la Lega ha posto il veto su Mario Occhiuto, la scelta è ricaduta su Jole Santelli che fino al 9 dicembre 2019, giorno delle sue dimissioni, è stata vicesindaco a Cosenza proprio di Occhiuto.

Jole Santelli si è presentata ai suoi elettori, sostenuta dalle liste “Jole Santelli presidente”, Forza Italia, Casa delle Libertà, Lega, Fratelli d’Italia e Udc, con un programma preciso, guidato da alcune parole chiave: trasparenza, semplificazione, deburocratizzazione, valutazione, efficienza, efficacia, economicità e digitalizzazione dell’azione amministrativa. Un programma che pare abbia convinto gli elettori calabresi.

Prima del silenzio elettorale e della diffusione dei sondaggi, Jole Santelli è stata dipinta come la grande favorita per queste elezioni in Calabria. Sondaggi confermati dalla vittoria schiacciante di oggi. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Jole Santelli è la nuova governatrice della Calabria: trionfo azzurro

ReggioToday è in caricamento