Elezioni, Forza Italia sceglie Occhiuto e arriva l'altolà della Lega: "Non lo sosteniamo"

Spaccatura del centrodestra sulla scelta del sindaco di Cosenza quale candidato a governatore. Per il partito di Salvini: "La Calabria deve guardare al futuro non al passato"

Mario Occhiuto

Forza Italia "accogliendo la richiesta del Coordinamento regionale" ha scelto Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza,  "quale candidato del centro destra alla presidenza della Regione Calabria". Lo ha reso noto il coordinamento di presidenza del partito di Silvio Berlusconi che ha suscitato immediatamente la dura reazione della Lega:  non sosterrà Mario Occhiuto. 

"Le elezioni regionali che si svolgeranno nelle prossime settimane e nei prossimi mesi - si legge in una nota del Coordinamento di FI, composto da Antonio Tajani, Annamaria Bernini, Mariastella Gelmini e Sestino Giacomoni - sono particolarmente importanti. Rappresentano un'opportunità per gli italiani di mandare un avviso di sfratto a questo governo giallorosso, frutto di un matrimonio di interesse tra quattro forze di sinistra, che ha preso il potere avendo le poltrone come unico collante e l'occupazione dei posti di potere come sola ragione sociale. I tre partiti del centro-destra sono impegnati per portare il buongoverno in Umbria, in Emilia Romagna e nelle altre regioni che andranno al voto".

Il deputato Cristian Invernizzi, commissario regionale della Lega Calabria ha affermato: "La promessa che abbiamo fatto ai calabresi e alle calabresi, vittime di un disastro perpetuato per anni e anni di cattiva politica, è quella del cambiamento, della svolta, del ridare dignità a una terra meravigliosa sfruttata e massacrata da sistemi di potere, clientelismo e malaffare".

"Non riteniamo che questa posizione possa rappresentare quel cambio di passo, quel cambiamento che la Calabria meriti, motivo per il quale facciamo i nostri migliori auguri ma non sosteniamo la sua candidatura a presidente della Regione".

Invernizzi ha ribadito che esistono "tantissime donne e tantissimi uomini calabresi che possano essere artefici di un futuro diverso e prospero per la Calabria, soprattutto dopo  l’inqualificabile gestione della Regione per mano del Partito Democratico. La Lega è il partito delle persone libere, la Lega ha promesso alla Calabria libertà e un futuro diverso. La Lega è stato il partito del centro-destra più votato in Calabria alle ultime competizioni elettorali e non accetta imposizioni da parte di nessuno".

"Siamo convintamente dalla parte di tutti i calabresi - ha concluso il deputato della Lega - che si aspettano e chiedono un cambiamento, e siamo certi che tra loro individueremo il profilo migliore che possa rappresentarlo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bologna, partita di calcio finisce in rissa: arrestati tre reggini e due catanzaresi

  • Il gelatiere Marcianò e sua maestà il bergamotto vincitori assoluti della MAG Gelato Challenge

  • Niente cure dall'Asp per bimbo autistico, la madre: "Mi vergogno di essere calabrese"

  • Festa al Castello Aragonese, a Palazzo San Giorgio arrivano i carabinieri

  • Incidente sul raccordo autostradale, coinvolte due auto: traffico paralizzato

  • Carcere di Arghillà, sei ispettori per quasi 400 detenuti: la denuncia di Uilpa

Torna su
ReggioToday è in caricamento