Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Verso le elezioni regionali, Salvini: "L'indicazione del nome spetta a FI"

E' quanto ha affermato il leader della Lega in occasione degli Stati generali del partito ospitati a Zambrone: "Orgoglioso del lavoro di Spirlì e della Lega nella Regione"

"I nomi vengono dopo e l'indicazione spetta comunque a Forza Italia. Tornerò nei prossimi mesi in Calabria perché questa terra deve essere l'immagine della ripartenza dell'Italia nel mondo. La squadra, i progetti, il governatore, il vicegovernatore vengono dopo".

Lo ha affermato Matteo Salvini rispondendo alle domande dei giornalisti sulla candidatura dell'attuale presidente facente funzioni Nino Spirlì alle elezioni regionali del prossimo autunno avanzata da esponenti del partito durante i lavori degli Stati generali della Lega ospitati a Zambrone, in provincia di Vibo Valentia.

 "Sono orgoglioso del lavoro che la squadra della Lega sta facendo in Calabria - ha aggiunto il leader leghsita - ma proprio in quanto squadra è giusto ragionare da tale; ho proposto una federazione dove si valorizzino le identità e si mettano insieme valori comuni perché il mio avversario non è in casa ma è la sinistra la sinistra delle tasse, a Reggio Calabria come Roma, come a Milano. Ragioneremo intorno ad un tavolo. Sono orgoglioso del lavoro svolto da Nino Spirlì e da tutte le nostre donne e i nostri uomini in Calabria".

"Da ottobre - ha detto ancora Salvini - partirà una stagione nuova e ovviamente tutti avremmo molto volentieri evitato di tornare alle elezioni però penso che le divisioni che ci sono a sinistra sono un ulteriore riprova che non c'è voglia né capacità di governare. Ad ogni modo, a breve ci sarà la scelta del candidato alla presidenza della Regione".

Il ricordo di Jole Santelli

Salvini ha ricordato Jole Santelli dicendo che "cercheremo di portare avanti con onore quello che Jole ha iniziato". 

La stoccata a de Magistris

"Vi pare - ha detto - che i calabresi abbiano bisogno di un fallito sindaco di Napoli? Uno che va via da quella città perché i napoletani non lo vogliono più vedere e va in televisione a spiegare ai calabresi come stare al mondo. E' incredibile". 

Botta e risposta al vetriolo: la replica sui social del sindaco di Napoli

"La Calabria non ha bisogno di Matteo Salvini, un razzista che ha fatto la sua fortuna politica insultando i meridionali per poi costruirsi, anche su scandali vari, una fortuna politica. 
Da Sindaco di Napoli, - scrive de Magistris su Facebook - pur tra tante difficoltà e problemi, ho portato la città dai rifiuti al primo piano, per colpa anche di persone di cui si circonda, a città prima per crescita culturale e turistica. 
Salvini danneggia, anche solo con la sua vuota presenza, l’immagine di una Regione che ha bisogno di onestà, competenza, bellezza, dignità e cura, non di propaganda squallida di chi ci ha sempre trattato con disgusto come terroni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso le elezioni regionali, Salvini: "L'indicazione del nome spetta a FI"

ReggioToday è in caricamento