Dl Coesione / Gioia Tauro

Emendamento, Ferrante: "E' svolta per lavoratori di Gioia Tauro e Taranto"

Lo afferma il sottosegretario di Stato al ministero delle infrastrutture e dei trasporti: "Come Mit abbiamo voluto sostenere la proposta considerandola una soluzione concreta per reperire le risorse necessarie, pari a 6,6 milioni"

"L’approvazione, da parte della commissione bilancio del Senato, dell’emendamento di Forza Italia all’articolo 24 del dl Coesione è una boccata di ossigeno per i lavoratori portuali di Taranto e Gioia Tauro. Con questa norma viene confermata per ulteriori 9 mesi l’indennità per le mancate giornate di avvio al lavoro, garantendo così la copertura per tutto il 2024 a 450 famiglie".

Lo scrive il sottosegretario di Stato al ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Tullio Ferrante. "Come Mit abbiamo voluto sostenere la proposta considerandola una soluzione concreta per reperire le risorse necessarie, pari a 6,6 milioni di euro, attraverso l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione dei bilanci dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio e dell’Autorità di sistema portuale dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio.

L’emendamento - aggiunge - rappresenta una svolta per i lavoratori che, in virtù della clausola sociale, avranno anche la possibilità di essere assunti nelle società che investono sulle aree portuali. Voglio ringraziare i senatori di Forza Italia, Lotito firmatario dell’emendamento e Damiani relatore del provvedimento, che hanno portato avanti l’attività legislativa, e i colleghi deputati Francesco Cannizzaro e Vito De Palma che hanno proposto l’emendamento e poi lavorato incessantemente per raggiungere questo importante traguardo.

L’impegno del Mit e del Governo - conclude Ferrante - resta massimo per continuare a rilanciare le infrastrutture portuali, l’occupazione e lo sviluppo dei territori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emendamento, Ferrante: "E' svolta per lavoratori di Gioia Tauro e Taranto"
ReggioToday è in caricamento