Sabato, 20 Luglio 2024
Il Gruppo dei Sette

Riunione ministri del commercio G7: è scattato il conto alla rovescia

L'importante appuntamento politico-istituzionale si terrà a Santa Trada il 16 e 17 luglio. Ieri prime riunioni e sopralluoghi per una delegazione governativa: tappa al porto di Gioia Tauro e in prefettura

E' partito il conto alla rovescia per la riunione del G7. L'Altafiumara di Santa Trada, a Villa San Giovanni, martedì 16 e mercoledì 17 luglio, ospiterà appuntamento, presieduto da Antonio Tajani, vicepresidente del Consiglio e ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, che accoglierà i ministri dei Paesi G7 e il vice presidente della Commissione europea e commissario per il commercio, nonché i ministri dei Paesi terzi invitati e i rappresentanti del mondo imprenditoriale (Business 7) e delle organizzazioni internazionali. 

L'obiettivo principale del G7 Commercio è quello di rispondere alle tensioni e alle frizioni commerciali che mettono a rischio il commercio globale e la crescita sostenibile e inclusiva. Per questo motivo, la presidenza italiana ha scelto quattro tematiche che costituiscono le principali sfide sulle quali si deve misurare il commercio internazionale: rafforzamento del sistema commerciale multilaterale attraverso la riforma dell’Organizzazione mondiale del commercio (Omc); parità di condizioni nell’accesso ai mercati terzi; commercio e sostenibilità ambientale; resilienza e sicurezza economica. 

La sessione con i Paesi terzi e i rappresentanti dell’impresa, spiega G7 Italia, sarà dedicata alla resilienza delle catene di fornitura. In questo quadro, un’attenzione particolare verrà dedicata alla crisi nel Mar Rosso - che colpisce le rotte commerciali internazionali causando gravi ricadute economiche sui porti e le filiere del Mediterraneo - e alla stabilità e prosperità dell’Indo-Pacifico, regione essenziale per la salvaguardia degli equilibri politici mondiali e del commercio internazionale. 

I ministri G7 e i loro ospiti avranno quindi l’opportunità di confrontarsi su questi grandi temi per assicurare che il commercio continui a rappresentare un volano di crescita e di sviluppo sia per i membri del G7 sia per il resto del mondo.

Il programma delle due giornate reggine

La tappa al porto di Gioia Tauro

Il programma dell’evento coinvolgerà anche il porto di Gioia Tauro che, con oltre 3,5 milioni di Teus, è il primo porto italiano per traffico merci e l’ottavo in Europa.

La visita al porto della Piana rappresenterà un’occasione per presentare ai ministri G7 l’iniziativa umanitaria "Food for Gaza", lanciata su impulso del vice presidente del Consiglio Tajani per alleviare le sofferenze della popolazione civile a Gaza.

Verrà, in particolare, presentata la squadra di dodici formatori che si recherà a Cipro per formare il personale locale all’utilizzo dello scanner per container che l’Agenzia delle Dogane italiana ha messo a disposizione per rendere più celeri i controlli dei container che da Cipro portano aiuti umanitari verso la Striscia.  

Il sopralluogo e le prime riunioni in vista della riunione 

Una delegazione governativa del G7, composta da circa 20 persone, è giunta ieri a Reggio Calabria per i primi sopralluoghi in vista dell'evento politico. Tappa al porto di Gioia Tauro, ad Altafiumara e riunione in prefettura. 

La soddisfazione del deputato Francesco Cannizzaro: il post sui social

"Lo annunciammo esattamente un anno fa con Antonio Tajani e Roberto Occhiuto. Non ci credeva nessuno… Oggi abbiamo accolto a Reggio Calabria la delegazione del G7 per il sopralluogo propedeutico all'organizzazione generale dell'evento politico-istituzionale più importante della storia della Calabria. Tappe: Gioia Tauro, Villa S. Giovanni e Reggio. Tra 15 giorni avremo la grande opportunità di ospitare i più grandi del mondo in tema di commercio: Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e USA. Calabria palcoscenico mondiale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riunione ministri del commercio G7: è scattato il conto alla rovescia
ReggioToday è in caricamento