rotate-mobile
L'intervento / Gioia Tauro

Rigassificatore Gioia Tauro, Meloni: "Per sbloccarlo basta un Dpcm"

L'intervento del premier nell'Aula del Senato: "Si potrebbe creare un impianto in grado di processare da 12 a 16 miliardi di metri cubi di Gnl l’anno"

"Abbiamo bisogno di soluzioni strutturali, dobbiamo sbloccare procedure ferme da lustri, come il rigassificatore di Gioia Tauro, che basta un dpcm per far ripartire come opera strategica". Lo ha affermato il premier Giorgia Meloni, intervenendo in replica al Senato.

“Sulle misure per affrontare il caro energia credo ci si debba adoperare per sbloccare procedure ferme da lustri che, se non fossero state bloccate da una burocrazia cieca e da un visione ideologica francamente incomprensibile, oggi non costringerebbero a realizzare il rigassificatore con procedure di urgenza e gravosi impatti sui territori", ha aggiunto il presidente, come riporta l'agenzia Adnkronos. 

L'intervento in aula del premier: il video

Poi sul rigassificatore ha spiegato, ricordando quanto detto dal governatore Roberto Occhiuto, che basta un "dpcm che lo dichiari opera strategica per ripartire'' e che si potrebbe creare un impianto "in grado di processare da 12 a 16 miliardi di metri cubi di Gnl l’anno ed iniziare così a costruire nel nostro Sud un hub energetico, nazionale ed europeo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rigassificatore Gioia Tauro, Meloni: "Per sbloccarlo basta un Dpcm"

ReggioToday è in caricamento