rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Lavori pubblici / S.Anna - Spirito Santo - Trabocchetto - Eremo - Condera / Via Reggio Campi

Piazzetta San Marco restituita alla città, dopo il restyling è più bella e fruibile

Durante la cerimonia di inaugurazione è stata ricordata la professoressa Rosetta Neto, recentemente scomparsa

Un luogo storico della città, rimesso a nuovo, è stato restituito alla fruizione pubblica Si è svolta questa mattina l'inagurazione della centrale piazzetta San Marco, sita all'incrocio tra via Reggio Campi e via Possidonea, nei pressi dell'istituto comprensivo scolastico Vitrioli e del liceo scientifico Da Vinci La piazza è stata riconsegnata alla cittadinanza dopo i lavori di restyling programmati dall'amministrazione Falcomatà.

Al taglio del nastro erano presenti il vicesindaco Paolo Brunetti, il consigliere delegato al decoro e arredo urbano Massimiliano Merenda, gli assessori Elisa Zoccali e Marisa Lanucara, il consigliere metropolitano Filippo Quartuccio ed il consigliere comunale Franco Barreca; inoltre i rappresentanti del comitato di quartiere Reggio Campi-Villini Svizzeri-Trabocchetto con la presidente Patrizia Praticò, i dirigenti scolastici Lucia Zavettieri del Galilei-Pascoli, Maria Morabito per Vitrioli-Principe di Piemonte e Francesco Praticò per il liceo da Vinci con la vicaria Concetta Fiore, e alcuni studenti delle scuole reggine limitrofe.

L'evento si è aperto con l'inno di Mameli cantato dai giovani studenti, a cui ha fatto seguito la benedizione da parte del parroco don Tonino Sgrò. Poi la riapertura dello spazio che finalmente torna ad ospitare ragazzi e adulti. Piazzetta San Marco è storicamente frequentata soprattutto dagli studenti, ma anche dalle famiglie del luogo, e il suo risanamento rappresenta un esempio di collaborazione fattiva tra il comitato di quartiere, le scuole e l'amministrazione comunale.

Il restyling della piazzetta fa parte di un progetto integrato di riqualificazione di tre zone distinte insistenti nell'area residenziale di via Reggio Campi, nel centro storico di Reggio Calabria, zone densamente abitate e trafficate della città, bisognose di attenzione e di cura. I lavori hanno riguardato in particolare la manutenzione della piazzetta per renderla maggiormente fruibile e accessibile con la realizzazione di rampe di accesso, anche per la mobilità delle persone con disabilità, o per i bambini in passeggino, la sistemazione della pavimentazione e la rigenerazione di ringhiere e le aiuole; ci sarà inoltre il riposizionamento di un faro per l'illuminazione notturna, una fontanella (che già esisteva anni fa) e la collocazione di nuovi cestini per le deiezioni canine.

"È una grande emozione per me essere qui oggi, perché questi sono luoghi del cuore dove ho vissuto la mia infanzia – ha spiegato il consigliere Merenda – Mi piace ricordarlo perché in tanti hanno trascorso momenti che restano dentro. Era una promessa che avevo fatto agli adottanti del comitato quando avevamo consegnato, qualche settimana fa, insieme al sindaco, i lavori per la piazza, finanziati da fondi del Pon metro con un piccolo investimento di circa 20mila euro. Facciamo un lavoro di squadra e la squadra vince se partecipano i cittadini, le associazioni, le scuole e le istituzioni". Ha aggiunto il consigliere: "Oggi avrebbe dovuto esserci anche il sindaco Falcomatà, che però come sapete ha da poco subito la perdita della madre: il nostro ricordo va alla professoressa Rosetta Neto, che ha dedicato una vita alla scuola, all'educazione dei ragazzi e al bene comune. E' a lei vogliamo dedicare questo momento".

«Grazie anche ai ragazzi per aver condiviso con noi questo momento - ha evidenziato il vicesindaco Brunetti - come Amministrazione stiamo restituendo alla cittadinanza un luogo che era caduto nel degrado. Fare questi gesti oggi serve per mantenere alto lo spirito di appartenenza alla nostra Reggio, al bene comune. È importantissimo essere qui a urlare alla città che ci siamo riappropriati di un piccolo fazzoletto di territorio, divenuto più gradevole dal punto di vista estetico e da quello strumentale per l'utilizzo». Rivolto agli studenti ha precisato: «Abbiamo voluto condividerlo con voi per tenere sempre viva la fiammella della “regginità”, dobbiamo essere difensori in prima linea del bene comune. Questo è il compito che vi vogliamo affidare, è lo spirito che abbiamo messo in questa restituzione».

«Insieme al consiglio direttivo del Comitato “Insieme per fare” - ha affermato Patrizia Praticò - viviamo questa giornata bellissima che restituisce alla città una piazzetta importante perché sorge vicino alle scuole, che sono fondamentali e rappresentano il cuore della nostra città, frequentate dai piccoli alunni ma anche quelli più grandi del liceo. I ragazzi sono il nostro futuro, ma hanno bisogno di esempi e l'esempio lo dobbiamo dare noi adulti, curando i luoghi, sentendoli nostri. Dobbiamo avvertire il senso di appartenenza alla città nostra. Non abbiamo fatto nulla di eccezionale, ma l'Amministrazione si è sentita parte in causa nel momento in cui i cittadini hanno detto “Rivogliamo la nostra piazza”. Questo è un lavoro in sinergia: non dobbiamo aspettare che altri facciano. La prossima manifestazione sarà quella di riposizionare la targhetta sul nostro ulivo piantato dopo la strage di Falcone e Borsellino. Ora è diventato grande e vorremmo recuperarne la memoria per l'ulivo che vuol dire “pace”».

«Ringrazio la professoressa Praticò che è una fucina di idee, di impegno civico e anche di passione per questa città. Coinvolgetemi nelle iniziative che farete perché voglio essere presente» ha spiegato Quartuccio. Barreca ha detto: «Con il consigliere Merenda abbiamo preso l'impegno di ricollocare in questo luogo riqualificato la fontanina per dare ristoro a chi si ferma qui, sia i ragazzi che gli altri cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazzetta San Marco restituita alla città, dopo il restyling è più bella e fruibile

ReggioToday è in caricamento