menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro con i vertici del Mef

L'incontro con i vertici del Mef

Calabrò incontra i vertici del Mef: "Reggio capofila di un modello di gestione finanziaria"

L’assessore alle finanze, accompagnata dal dirigente Consiglio, ha incontrato i rappresentanti del ministero per fare il punto sull’impiego delle risorse destinate dal fondo istituito con il Decreto Agosto

Dopo aver incassato il risultato del Decreto Agosto, che ha permesso al Comune di Reggio Calabria di superare e scongiurare il rischio di default finanziario a causa della sopravvenuta incostituzionalità della normativa vigente, l'ente intende ottimizzare il lavoro portato avanti e rilanciare il processo di
programmazione avviato.

L’assessore alle finanze Irene Calabrò, accompagnata dal dirigente Francesco Consiglio, ha incontrato i vertici del MEF per fare il punto sull’impiego delle risorse destinate dal fondo istituito con il Decreto Agosto, ma soprattutto per sottoporre ulteriori temi da trattare ed auspicati interventi da intraprendere.

Nel corso dell’incontro, svolto alla presenza dell’avvocato Cristina Maltese e del dottor Stillitano per la segreteria del ministro Roberto Gualtieri, del ragioniere generale dello Stato Biagio Mazzotta e dell’ispettore generale capo Salvatore Bilardo, l’assessore Calabrò ha rappresentato la volontà dell’Amministrazione "di avviare un percorso di affiancamento che possa condurre alla risoluzione definitiva delle problematiche legate alla gestione finanziaria degli Enti in predissesto e alla creazione di un modello applicativo replicabile alle realtà locali aventi medesime caratteristiche".

"Nel corso degli anni, - si legge in una nota - il piano di riequilibrio ha inciso fortemente sulla disponibilità di risorse da destinare ai servizi essenziali; nel tempo, il livello delle prestazioni si è ridotto ad un minimo non sostenibile oltremodo.

Il Decreto Agosto ha permesso di riavvolgere il nastro ma occorre adesso una spinta propulsiva ulteriore che consenta di parametrare, rideterminare e garantire i livelli minimi delle prestazioni essenziali per i cittadini".

La proposta ha trovato immediato interesse da parte dei vertici politici e tecnici del MEF che hanno
dimostrato la loro disponibilità ad affiancare il Comune di Reggio Calabra che diventerà capofila di un modello sperimentale di gestione finanziaria volta a ristabilire la programmazione delle attività e
ripristinare i livelli essenziali di prestazione.

"La soddisfazione maggiore per l’Amministrazione è percepire che il lavoro portato avanti in questi anni non è soltanto il frutto di una battaglia politica, ma si è tradotto in esempio da rafforzare, sostenere e replicare. Il primo atto posto all’attenzione del tavolo sarà l’uscita anticipata dal piano di riequilibrio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ReggioToday è in caricamento