Porto di Villa, Siclari (FI): "Il Governo intervenga per il problema dell’inquinamento"

Il senatore, in riferimento alla questione dei mezzi pesanti che attraversano lo Stretto, ha suggerito di investire "soltanto 61 milioni per salvaguardare la salute delle famiglie"

Il senatore di Forza Italia Marco Siclari

"Il porto di Villa San Giovanni garantisce da decenni la continuità territoriale tra la penisola e la Sicilia. Il Governo intervenga, considerando che non è favorevole al Ponte sullo Stretto per risolverebbe il problema di 4 milioni di mezzi pesanti che attraversano lo Stretto", così il senatore di Forza Italia Marco Siclari in riferimento ad un area di fondamentale importanza sia per la cittadina villese che per l'intera Città metropolitana di Reggio Calabria, in riferimento al ruolo giocato nella viabilità da e per l'isola siciliana.

A tal proposito, lo stesso Siclari chiede un intervento allo Stato affinché "almeno si impegni e investa soltanto 61 milioni, rispetto ai miliardi del Ponte, per risolvere il problema della sicurezza e dell’inquinamento, così come deliberato dai comuni interessati che hanno già individuato l’area, per liberare dal traffico il centro delle due città e salvaguardando la salute delle famiglie e dei loro bambini. Lo chiedono le due amministrazioni reggine interessate, le istituzioni locali, i cittadini e le associazioni degli ammalati e dei medici che non vogliono più soffrire per il problema dell’inquinamento."

"L’emendamento 39.0.56 - spiega ancora il senatore - ha già superato gli step più importanti ed avuto anche il parere favorevole del Ministero delle Infrastrutture. Il porto da realizzare ha ottenuto un finanziamento regionale, e adesso tocca solo al Governo decidere per un’opera (datata) che mette in comunicazione la penisola con l’Isola garantendo da decenni la continuità territoriale".

"Approvando il mio emendamento - conclude Siclari - si darà giustizia ai cittadini di un territorio che da sempre svolge un ruolo strategico di collegamento della Penisola con la Sicilia e che oggi rispetto a 60 anni fa, vede un aumento esponenziale del numero dei tir che attraversano Reggio Calabria e Villa San Giovanni, danneggiando la salute delle persone e dei bambini e mettendo a rischio l’incolumità fisica della persone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi truffa all’Inps, false assunzioni per ottenere indennità: 458 denunce a San Luca

  • Stuprata dal branco a 13 anni, costretta a fuggire al Nord per ricominciare a vivere

  • Sant’Anna di Seminara, ricercato per furto d'auto: catturato dai carabinieri

  • Pedone travolto sul viale Messina, trovata pirata della strada: è una donna di 90 anni

  • Incidente frontale tra due auto sulla Gallico-Gambarie: tre feriti

  • Blitz dei vigili urbani in un negozio cinese: sequestrati 2300 articoli natalizi pericolosi

Torna su
ReggioToday è in caricamento