rotate-mobile
Il messaggio

Macellaio arrestato, la solidarietà di Dsp: "Uomo onesto che sta vivendo una tragedia"

Il coordinamento calabrese esprime vicinanza e umana comprensione al reggino che ha ucciso un ladro entrato nella sua abitazione

Continua a turbare l'opinione pubblica la vicenda del macellaio reggino arrestato per aver ucciso un malvivente che si era introdotto in casa sua. Un messaggio di solidarietà per l'uomo che si trova in carcere arriva dal Democrazia Sovrana Popolare. Il coordinatore calabrese, Giuseppe Modafferi, in una nota, definisce la vicenda incredibile e sottolinea come evidenzi "grandi lacune nell´attuale sistema normativo e giudiziario che la politica dovrebbe colmare con estrema urgenza".

Scrive Modafferi: "La tutela del proprio alveo familiare da attacchi malavitosi è un diritto di ogni cittadino e non è ammissibile in una societá civile che accadano episodi di violazione del domicilio privato con finalitá delinquenziali. É assurdo che la persona vittima materiale morale e psicologica di simili attacchi debba poi trovarsi nella triste situazione di imputato e addirittura arrestato. È evidente che qualcosa non stia funzionando nel sistema che dovrebbe tutelare i cittadini onesti".

Continia la nota: "Poche parole in questi giorni - aggiunge - sono giunte dalle istituzioni locali di comprensione e solidarietá ad un uomo padre di famiglia che sta vivendo una tragedia nella tragedia, violato nella sua abitazione, conscio di aver ucciso una persona (sia pure per difendere), arrestato e trattato da criminale Oltre all´aspetto giuridico dovremmo dar peso all´aspetto umano e morale". E afferma ancora: "Di contro appaiono sempre piú numerosi gli attestati di solidarietá dei cittadini uniti ad indignazione, consapevoli che trattasi di un episodio nel quale tutti potremmo trovarci coinvolti". 

Dsp Calabria esprime la propria vicinanza all´uomo Francesco Putortí, "oggi vittima di un fatale gioco del destino e di un sistema di regole migliorabile" e auspica che la magistratura reggina "individui con urgenza la strada migliore per ridare giustizia e dignitá a quest´uomo, una strada che restituisca urgentemente la libertá dall´arresto e gli consenta di tornare nell´abbraccio della propria famiglia, del proprio quartiere e della propria cittá e riprendere lentamente una vita normale e dignitosa".

Conclude Modafferi: "La Magistratura che è uno dei poteri dello Stato ha la grande responsabilitá di operare in modo da poter mantenere viva la fiducia dei cittadini verso le Istituzioni democratiche, una fiducia ahinoi che appare via via sempre piú debole".

                                                                                          

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellaio arrestato, la solidarietà di Dsp: "Uomo onesto che sta vivendo una tragedia"

ReggioToday è in caricamento